Facebook e Instagram, in tilt i due social

0
260
Facebook fisco pace fatta

I due social Facebook e instagram sono in tilt e scatta il panico fra gli utenti. Tra problemi riscontrati riscontrati l’aggiornamento dello stato dei profili e la non possibilità di condividere contenuti. Problemi anche all’accesso, sia sul web che nella versione Mobile.

Facebook ed Instagram in tilt

Il tam tam si sta sempre facendo più forte, specialmente su Twitter. L’hashtag Facebook è tra quelli più cliccati. Si perché in Europa come negli Stati Uniti Facebook non funziona. O meglio non sono possibili alcune funzioni di pubblicazione, come l’aggiornamento dello stato e la condivisione di contenuti. L’errore che compare è “Pubblicazione non avvenuta preghiamo di provare più tardi“. La paura da parte degli utenti all’inizio era di essere stati bannati o di avere un qualche problema con il proprio profilo o pagina Facebook. Invece il problema non risiede nel profilo ma è un qualcosa che via via si sta allargando e sta coinvolgendo milioni di utenti in tutto il mondo. Stessi problemi anche con Instagram dove parecchi utenti hanno riscontrato problemi nelle pubblicazioni.

In particolare le zone maggiormente colpite dal down in corso sono quelle di Roma e Milano, in misura ridotta a Napoli, in parte dell’Emilia e del Friuli Venezia Giulia. I dati sono forniti dal sistema di monitoraggio in tempo reale Downdetector. Nel mondo oltre gli Stati Uniti, colpiti anche il Giappone, i Paesi dell’America latina, India, Filippine.

Da Facebook: “Stiamo lavorando per risolvere il problema”

Sembra che dietro al down dei social network vi sia una manutenzione su vasta scala da parte della casa fondata da Mark Zuckerberg: “Stiamo lavorando per risolvere il problema“. Così Facebook detto ufficialmente su su Twitter, dove ammette di essere “consapevole” della non operatività del servizio che diversi utenti nel mondo stanno sperimentando con il social network e il suo servizio Messenger.

La Codacons chiede indennizzo a Facebook per gli utenti

I problemi che sono apparsi intorno alle 17.30 del 13 marzo a distanza di 7 ore ancora permangono. La Codacons è intervenuta sull’accaduto con una nota. “In Italia un numero sempre crescente di cittadini e attività utilizza i social network a scopo lavorativo, ed è evidente che un blackout nei servizi offerti da Fb e Instagram ha potuto arrecare un danno, specie sul fronte professionale, per una moltitudine di soggetti – spiega il Codacons – Per tale motivo abbiamo deciso di scrivere a Facebook chiedendo di prevedere forme di indennizzo per tutti quegli utenti che, a causa dei disservizi odierni, abbiano subito danni materiali. Utenti che possono rivolgersi all’associazione per segnalare il proprio caso e valutare attraverso il Codacons eventuali iniziative da intraprendere“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui