Stadio Roma, De Vito arrestato per corruzione. Di Maio: “Fuori dal M5s”

0
213
Campidoglio toglie monete alla Caritas
Fonte Foto: portofrome.it

Il presidente dell’assemblea del Campidoglio Marcello De Vito, del M5s, è stato arrestato con l’accusa di corruzione nell’ambito dell’inchiesta sulla costruzione del nuovo stadio.

Arrestato per corruzione Marcello De Vito

L’operazione è stata condotta da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma, che oltre a Marcello De Vito hanno arrestato altre tre persone. I militari hanno inoltre hanno notificato una misura interdittiva del divieto temporaneo di esercitare attività imprenditoriale nei confronti di due imprenditori. Le accuse a vario titolo sono di corruzione e traffico di influenze illecite. Le indagini riguardano, oltre la costruzione del nuovo stadio anche la costruzione di un albergo nei pressi dell’ex stazione ferroviaria di Roma Trastevere e la riqualificazione dei Mercati generali di Roma Ostiense. Secondo l’accusa De Vito poneva in essere, attraverso atti corruttivi realizzati da imprenditori con l’intermediazione di un avvocato ed un uomo d’affari, provvedimenti favorevoli alla realizzazione di progetti.

Lo sgomento dei consiglieri pentastellati

Sgomento tra i consiglieri del M5s di Roma che si dicono “annichiliti” da quanto accaduto. Tra i tanti emerge Angelo Diario che sottolinea: “Andremo avanti è uno su 28.Sono più dispiaciuto a livello personale, conoscendolo mi sembra strano“.

Il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, ex M5s, ha scritto su Facebook: “Mi auguro che la vicenda possa chiarirsi, perché Roma e i romani si meritano trasparenza, onestà e capacità, si meritano una amministrazione e una politica che possano valorizzarli e valorizzare le straordinarie qualità della nostra capitale. Ma per la Giunta Raggi oggi è il tempo della riflessione sul proprio futuro, perché non è da escludere un passo indietro“.

Di Maio caccia De Vito dal M5s

Nel contempo arriva la condanna politica da parte del leader del M5s Luigi Di Maio nella sua pagina Facebook. “Marcello De Vito è fuori dal MoVimento 5 Stelle. Mi assumo io la responsabilità di questa decisione, come capo politico, e l’ho già comunicata ai probiviri”, così Di Maio. Il leader del Movimento continua: “Quanto emerge in queste ore oltre ad essere grave è vergognoso, moralmente basso e rappresenta un insulto a ognuno di noi, a ogni portavoce del MoVimento nelle istituzioni, ad ogni attivista che si fa il mazzo ogni giorno per questo progetto”.

Non è una questione di garantismo o giustizialismo, è una questione di responsabilità politica e morale: è evidente che anche solo essere arrivati a questo, essersi presumibilmente avvicinati a certe dinamiche, per un eletto del MoVimento, è inaccettabile.
De Vito non lo caccio io, lo caccia la nostra anima, lo cacciano i nostri principi morali, i nostri anticorpi“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui