Il Volo festeggia 10 anni di carriera: “Andare controcorrente a volte può far vincere”

0
1183
il volo festeggia dieci anni di carriera

Era il 2009 quando il gruppo Il Volo ha iniziato il percorso musicale e quest’anno festeggia 10 anni di carriera. Tre ragazzi giovani che, nonostante il successo immancabile e internazionale, sono riusciti a rimanere sempre con i piedi per terra. L’umiltà, la dolcezza e la bravura indiscussa sono le loro carte vincenti.

Il Volo festeggia 10 anni di carriera

Gianluca, Piero e Ignazio prima di diventare Il Volo, all’inizio si chiamavano The Tryo, poi sono diventati Il trio, fino a giungere all’attuale nome. Piero spiega a Silvia Toffanin: “Era per richiamare un po’ ‘Volare’ che è una parola un po’ famosa in tutto il mondo. La nostra prima casa discografica, in verità, voleva un nome corto e semplice da pronunciare. Così siamo diventati Il Volo“.

Il 2009 è l’anno in cui è iniziato tutto con il programma televisivo Ti lascio una canzone con Antonella Clerici. La prima canzone è stata O sole mio, mentre Grande amore è il titolo del brano con il quale hanno vinto Sanremo nel 2015.

Un successo inarrestabile, anche all’estero

Nessun traguardo è lontano per chi ha la forza di inseguire i propri sogni. Il Volo, infatti, in soli 10 anni di carriera ha fatto diversi tour internazionali, ha cantato al Senato della Repubblica, davanti a Papa Francesco e nella Basilica di Assisi. In più, il trio ha duettato con i grandi del mondo della musica, tra i quali Bocelli, Pavarotti, Laura Pausina, Barbra Streisand, Lady Gaga e tanti altri.

Dopo il tour in Sudamerica e la vittoria di Sanremo nel 2015, il successo è diventato inarrestabile e i loro album vengono pubblicati in tutto il mondo. Nel 2019 Il Volo festeggia 10 anni di carriera con un nuovo tour, pronto come sempre… a ”volare”!

Non tutti sanno che il 2011, per di più, è stato un anno importante per Il Volo, dato che sono i primi cantanti italiani a firmare un contratto con una casa discografica americana e vengono ospitati nei programmi televisivi americani più importanti.

Continua dopo la foto

il volo
Fonte Foto: today.it

“Andare controcorrente può far vincere”

Tra simpatia, risate e un po’ di emozioni, il gruppo viene intervistato a Verissimo da Silvia Toffanin che li accoglie vestita interamente in rosa. I tre ragazzi regalano a tutti i presenti in studio emozioni uniche con il loro stile ibrido tra sonorità pop e lirica e conquistano il mondo e, ovviamente, anche il pubblico che li segue anche da casa.

In verità, sono tre cantanti molto particolari e unici ciascuno con le proprie caratteristiche. Gianluca racconta a Silvia Toffanin: “Noi abbiamo tre personalità diverse, riusciamo a trasmettere le nostre vocalità singole“. E poi continua: “Abbiamo vissuto una vita anomala, non ci aspettavamo tutto questo. Abbiamo maturato un po’ prima, abbiamo scoperto il mondo, le lingue ma torniamo sempre a casa. I miei amici non li ho mai abbandonati. È bello il fatto che loro ci sono sempre. Trovare le persone che ci sono sempre: famiglia, amici, ragazza… è bello. È bello poter cantare per qualcuno“. A questo Ignazio risponde ironizzando: “Lui canta per la fidanzata… noi per il pubblico“.

Gianluca ci tiene ad aggiungere: “È successo tutto in modo così veloce, siamo dei privilegiati anche se andiamo controcorrente e facciamo un genere diverso rispetto ai nostri coetanei. Vogliamo essere un esempio per loro, vogliamo dire di cercare di essere sempre noi stessi, di credere nei sogni. Andare contro corrente a volte può vincere“.

Piero, invece, dichiara: “Ai nostri concerti c’è un pubblico vasto e ciascuno di noi prende una ‘fetta’ di loro: Gianluca le ragazzine, io le mamme e Ignazio le signore più adulte, che sono anche le più affettuose“.

Continua dopo la foto

il volo a verissimo

L’ultima esperienza al Festival di Sanremo

Silvia Toffanin commenta con Il Volo la partecipazione alla sessantanovesima edizione del Festival di Sanremo e, in particolare, l’attenzione si concentra sull’ultima sera in cui alcuni giornalisti hanno usato dei termini ed espressioni poco carine ed irripetibili nei loro confronti.

Piero afferma: “Noi dopo due giorni abbiamo espresso il nostro parere. Le critiche le leggiamo, le apprezziamo e sono quelle che fanno crescere. Quello che non tolleriamo sono le offese. Se a qualcuno non piace il nostro genere musicale non è obbligato ad ascoltarlo ma a rispettare quello che facciamo sì. Degli incompetenti non si possono permettere, con il loro atteggiamento, di offendere tutta la categoria dei giornalisti. Se non ti piace il genere che proponiamo noi, cambia musica, ascolta altro”.

In conclusione, standing ovation per Il Volo e Ignazio ringrazia Silvia Toffanin a nome di tutto il gruppo: “A volte per un artista far vedere quello che si è può essere difficile. Grazie perché dai la possibilità di far vedere la parte più intima di un artista e di una persona“. Forse è proprio vero quello che dicono i tre ragazzi: “La musica è una magia che non può finire” dato che loro, con la loro carriera, stanno riuscendo in pieno a non far svanire tutto ciò che di bello la musica regala al pubblico.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui