Crisi uva da tavola Sicilia, Corrao (M5s): “Si attivi fondo danni da cracking”

1
250
cracking uva da tavola sicilia

Crisi uva da tavola Sicilia. Corrao (M5S) incalza Bruxelles e il Ministro Centinaio: “Si attivi subito Fondo di solidarietà per danni da cracking”.

Uva da tavola siciliana in crisi per cracking

Da giugno a settembre dello scorso anno la produzione di uva da tavola in Sicilia è stata colpita da una grave calamità, il cracking, un fenomeno che si manifesta improvvisamente a causa di repentine variazioni climatiche, che intacca la qualità dell’uva e la rende inservibile per il commercio. Da 4 mesi c’è una richiesta alMinistero dell’Agricoltura da parte della Regione Siciliana per sbloccare il fondo di solidarietà in deroga, già usato per i pioppi veneti e la Xylella. Chiedo dunque al Ministro Centinaio di attivarsi per dare seguito alla richiesta della Sicilia e attivare il fondo di solidarietà per sostenere i produttori siciliani, così come fatto in altre regioni”. A dichiararlo è l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle Ignazio Corrao che, in occasione della visita di queste ore del Ministro Centinaio in Sicilia, torna ad incalzare formalmente il dicastero con una richiesta precisa che arriva dal comparto. Sulla questione, l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle ha interpellato, attraverso una interrogazione a Bruxelles, la Commissione Europea.

Danni certificati per circa 500 milioni di euro

In attesa che Bruxelles risponda – spiega Corrao – lanciamo un appello al ministro. Il cracking sta rovinando centinaia di produttori di uva da tavola in Sicilia. La stessa Regione ha certificato circa 500 milioni di perdita di valore lordo della merce, ma la stima potrebbe essere addirittura peggiore. Insomma, un’intera economia, soprattutto nella zona agrigentina vocata a questa coltura, è letteralmente in ginocchio. Purtroppo i danni da cracking non sono coperti da assicurazione perché tale fenomeno è considerato un evento straordinario, non prevedibile e non è inserito nella lista del Ministero degli eventi assicurabili. Auspichiamo quindi che il ministro Centinaio ascolti anche le istanze di questa
importante filiera agricola siciliana” – conclude Corrao.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui