Sono 4 gli indagati per il software spia Exodus

0
532

Nell’ambito dell’inchiesta sul software spia Exodus sono 4 gli indagati dalla Procura di Napoli. Il programma intercettava e conservava illecitamente dati sensibili dai sistemi Android. Ad essere stati colpiti 350 ignari italiani.

Le aziende sequestrate

Sotto sequestro preventivo le società E-surv di Catanzaro e la Stm Srl, rispettivamente ideatrice dell’applicazione e responsabile della sua commercializzazione. Il software, è utilizzato dalle forze di polizia per le intercettazioni in ambito penale, ma il suo utilizzo è stato mirato ad acquisire dati di persone che nulla avevano a che fare con le attività investigative.

Le indagini e i 4 indagati

L’illecito era noto al Nucleo speciale per la tutela della privacy della Guardia di Finanza ben 4 mesi fa, dopo che i militari avevano verificato un server della Procura di Benevento. I quattro indagati sono il rappresentante legale e l’amministratore di fatto di una delle società sequestrate, la Stm srl, l’amministratore legale e il direttore delle infrastrutture It della eSurv. Le attività di indagine hanno fatto cessare qualsiasi attività spia di Exodus. Nel contempo la Procura partenopea ha affidato al Cnapic del Ros di eseguire controlli, acquisizioni informative e sequestri in tutto il territorio nazionale.

L’attività di spionaggio è venuta fuori da un lavoro di alcuni ricercatori e resa nota sul sito Motherboard.

I dati su cloud Amazon

Da quanto riportato sul IlFattoQuotidiano.it nel decreto di sequestro vi è riportato che una serie di dati sensibili di carattere giudiziario riguardanti intercettazioni telefoniche” su dei server ospitati all’estero. Proprio per verificare il percorso seguito dai dati – finiti su dei cloud affittati sui server di Amazon, in Oregon – e se si sia trattato di un errore o di un illecito, il pool cybercrime della Procura di Napoli ha avviato una serie di contatti di cooperazione internazionale, anche per accertare che non vi siano ulteriori tracce di Exodussul web.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui