Vendita quote Comune di aeroporto Catania, Grasso (M5s): “È un errore”

1
731
DSC_0315.JPG DSC_0315.NEF DSC_0316.JPG DSC_0316.NEF DSC_0317.JPG DSC_0317.NEF DSC_0318.JPG DSC_0318.NEF DSC_0319.JPG DSC_0319.NEF DSC_0320.JPG DSC_0320.NEF DSC_0321.JPG DSC_0321.NEF DSC_0322.JPG DSC_0322.NEF DSC_0323.JPG DSC_0323.NEF DSC_0324.JPG DSC_0324.NEF DSC_0325.JPG DSC_0325.NEF DSC_0326.JPG DSC_0326.NEF DSC_0327.JPG DSC_0327.NEF DSC_0328.JPG DSC_0328.NEF DSC_0329.JPG DSC_0329.NEF DSC_0330.JPG DSC_0330.NEF DSC_0331.JPG DSC_0331.NEF DSC_0332.JPG DSC_0332.NEF DSC_0333.JPG DSC_0333.NEF DSC_0334.JPG DSC_0334.NEF DSC_0335.JPG DSC_0335.NEF DSC_0336.JPG DSC_0336.NEF DSC_0337.JPG DSC_0337.NEF DSC_0338.JPG DSC_0338.NEF DSC_0339.JPG DSC_0339.NEF DSC_0340.JPG DSC_0340.NEF DSC_0341.JPG DSC_0341.NEF DSC_0342.JPG DSC_0342.NEF DSC_0343.JPG DSC_0343.NEF

“È un errore”, così Giovanni Grasso, capogruppo del M5s al Consiglio comunale di Catania, commenta il sindaco di Catania Salvo Pogliese che ha avanzato l’idea di vendita della quota dell’aeroporto di proprietà del Comune favorendo la privatizzazione dello scalo.

Le quote de l’aeroporto di Catania

L’aeroporto di Catania è gestito dalla società al 100% pubblica SAC. Le quote della SAC appartengono alla Camera di Commercio del sud est Sicilia, ente pubblico, per il 66,12%, alla città metropolitana di Catania per il 12,24%, all’ex provincia di Siracusa, ora libero consorzio, per il 12,24%, all’IRSAP, ovvero alla Regione Sicilia, per il 12,24% e al Comune di Catania per il 2,04%.

Pogliese favorevole alla privatizzazione

Il sindaco di Catania Salvo Pogliese nella duplice veste di sindaco di Catania e della Città Metropolitana ha detto al giornale La Sicilia che “Il Comune è favorevole alla privatizzazione dell’aeroporto Fontanarossa“.

Giovanni Grasso M5s: “È uno schiaffo al Consiglio comunale”

Ad essere contrario al primo cittadino etneo è il capogruppo del M5s al Consiglio comunale di Catania, Giovanni Grasso che a Free Press Online ha detto: “Penso che il sindaco stia peccando di presunzione e si stia arrogando di un’attribuzione che non può avere in questa fase visto che Catania è in dissesto. Da un punto di vista etico, inoltre sta dando uno schiaffo al Consiglio comunale che aveva approvato la mozione, appoggiata da tutti, contro la privatizzazione (dell’aeroporto ndr.)“.

“La quota assicura interventi nella gestione dell’area”

Grasso ha spiegato, inoltre che la minima percentuale di cui è proprietaria il comune di Catania, “assicura all’Amministrazione comunale un intervento nella gestione dell’area aeroportuale. Ora se vogliamo che il turismo sia una delle risorse principali per l’equilibrio del bilancio, non possiamo fare a meno di quello che è la politica. Il turismo è una risorsa da guardare con grande attenzione, così come fanno anche dei Paesi del terzo mondo come il Ghana, che oramai si mantiene con il turismo“.

“Aeroporto strumento per superare dissesto”

Un’altro dubbio dell’esponente etneo del M5s Grasso riguarda la mancanza di “necessaria autorità”  da parte del sindaco Pogliese “per programmare una vendita senza passare tra l’altro dal Consiglio comunale. Infine Grasso ha specificato che “il dissesto impone che i beni utilizzati per servizi indispensabili non possono essere alienati. Ma non solo questi, ma anche quelli che possono essere strumentalmente idonei per superare il dissesto. Quindi l’aeroporto e la politica aeroportuale può essere uno strumento per incoraggiare il turismo“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui