Tonno e cracker a bambina in mensa. Genitori non in regola con pagamenti

0
957

Una bambina ha visto recapitarsi come pasto alla mensa scolastica una scatotella di tonno ed un pacco di cracker. I genitori, di origine straniera, non sono i regola con il pagamento del servizio.

Tonno e cracker serviti in mensa

L’episodio è accaduto qualche giorno fa nella mensa di una scuola elementare  di Minerbe, in provincia di Verona. La segreteria provinciale del Partito Democratico ha denunciato il fatto che il quotidiano L’Arena ha riportato. Gli esponenti locali del Pd hanno etichettato subito la scelta dell’amministrazione comunale, a guida leghista, come “discriminatoria”.

Genitori non in regola con i pagamenti

Parrebbe che la decisione su cosa “servire” alla bambina, figlia di immigrati ed indietro con il pagamento del servizio mensa, sia stata presa dai gestori del servizio e il Comune. A detta di alcuni testimoni la bambina sarebbe rimasta scossa. Avrebbe infatti pianto quanto ha visto che il suo pasto era ridotto e diverso da quello degli altri suoi compagni di scuola.     Altri casi del genere si sarebbero verificati anche alla fine del 2018, e in qualche caso le insegnanti avrebbero rinunciato al proprio pasto per darlo ai bambini indigenti.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui