Naufragio migranti davanti coste libiche, otto dispersi, superstiti salvati

0
926

Un naufragio ha interessato un barcone con a bordo una ventina di migranti, che ha dato l’allarme  mentre si trovava davanti le coste libiche. Sarebbero otto i dispersi che sarebbero  caduti in mare. Alla fine è intervenuta la Guardia Costiera libica che ha tratto in salvo i migranti.

Barcone in avaria

Un gommone in avaria alle sei di questa mattina ha segnalato ad Alarm Phone di essere in avaria e che otto persone sono cadute in mare. A bordo, mentre navigava a circa 20 chilometri dalle coste della Libia, vi sono circa 20 persone tra cui donne e bambini. Il servizio a supporto dei migranti sostiene di aver avvisato le autorità libiche ma di non aver avuto alcuna risposta.

Tunisia: “non abbiamo mezzi per intervenire”

Sono stati due gli aerei che hanno sorvolato la zona ed hanno individuato l’imbarcazione: il Moorbib della Ong Sea Wacht e un’altro della missione Sophia.  Il primo velivolo ha scattato foto ed ha lanciato una scialuppa di salvataggio. Successivamente ha allertato per una missione di salvataggio la nave Vos Triton&Aphrodite, battente bandiera di Gibilterra, che ha rifiutato categoricamente di parlare con l’organizzazione. Il secondo aereo intervenuto, quello di missione Sophia, ha dato l’ordine alla Ong di rivolgersi alle Autorità tunisine. Da queste è arrivato il diniego all’operazione di soccorso per mancanza di mezzi.

“Se non arriviamo in Italia moriremo tutti”

Dopo ore Il portavoce Ayob Ammr Ghasen ha infatti dichiarato: “Sono in corso sforzi per salvarli”. I migranti intanto implorano di raggiungere l’Italia sennò sostengono “moriremo tutti in Libia e Tunisia”. Alarm Phone sostiene che il telefono da cui i migranti hanno lanciato l’ultimo messaggio rischia di non avere più batteria. L’ong Mediterranea Saving Humans ha commentato: “Si sta consumando un dramma inumano e le istituzioni non hanno di meglio da fare che scaricarsi responsabilità” e Luca Casalini della stessa organizzazione ha rilanciato: “Nessuno interviene, compresa Roma. Che voi siate maledetti, assassini“.

Migranti salvati dall Guardia Costiera libica. Salvini: “Molto bene!”

Alla fine la  Guardia Costiera Libica ha intercettato la barca.Le 20 persone saranno riportate in una zona di guerra da una milizia finanziata dall’Ue. È una vergogna che questo respingimento illegale e disumano avvenga nell’indifferenza generale“, ha twittato Alarm Phone. Matteo Salvini, che ha commentato dicendo: “I famosi 20 che ‘stavano affondando’ sono stati prontamente salvati dalla Guardia Costiera libica e riportati a terra. Molto bene!“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui