Femminicidio Palermo, la confessione shock del compagno: “Ho strangolato mia moglie”

0
198
femminicidio palermo

Nel corso della giornata di ieri è stato commesso un nuovo femminicidio in Sicilia, dove una donna è stata uccisa dal compagno. L’uomo, dopo il delitto, ha confessato alla polizia: “Ho strangolato mia moglie“.

Femminicidio Palermo

Questi primi mesi del 2019 li ricorderemo probabilmente per la loro violenza. Sono diverse le donne uccide dai compagni in pochissimo tempo e, soprattutto in Sicilia, abbiamo avuto modo di leggere diverse notizie strazianti, come la morte di Alessandra Musarra e quella di Nicoletta Indelicato. Ieri, un’altra donna, una mamma, è stata uccisa in casa sua dal compagno. La vittima è Elvira Bruno di 53 anni, che da tempo conviveva con un uomo tunisino, Moncef Naili cuoco di 54 anni con il quale aveva intrapreso una relazione.

continua dopo la foto

“Ho strangolato mia moglie”

Sono ancora da chiare i dettagli di un omicidio così brutale. Secondo quanto reso noto, Elvira Bruno, che lavorava come badante, aveva manifestato l’intenzione di volersi separare dal compagno. L’uomo, Moncef Naili, non avrebbe accettato l’idea di doversi separare dalla donna. Dunque, ancora una volta, una donna, una mamma, diventa la vittima di un uomo che non accetta la fine di una relazione, un amore che diventa quasi un ossessione. Secondo quanto reso noto anche dal Giornale di Sicilia, la coppia, negli ultimi tempi, aveva avuto spesso litigi causati dalla gelosia dell’uomo.

A confessare il femminicidio è stato lo stesso Naili che ha chiamato la polizia dichiarando: “Venite a prendermi, ho strangolato mia moglie“. Le indagini degli inquirenti sono ancora in corso, al fine di ricostruire le dinamiche dell’accaduto.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui