Catania, manifestazione del 25 Aprile all’insegna dell’antifascismo militante

0
335

Un lungo corteo ha attraversato Catania in occasione della manifestazione del 25 aprile indetta dall’ANPI, dalla centralissima Piazza Stesicoro a Piazza Dante, la piazza che per decenni é stata il luogo dei concentramenti per i cortei operai. Immancabile la presenza del partigiano Santino Serranò.

I partecipanti alla manifestazione

Tante le organizzazioni presenti, fra cui: Red Militant,  Rifondazione Comunista, PMLI, CPO Colapesce, Partito Comunista e Fronte della Gioventù Comunista,  Cobas, CGIL, Sinistra Italiana, LPS, Potere al Popolo,  PCI e FGCI, CAS, Collettivo Galileo Galilei, Comitato Rodotà Catania, Laboratorio Libertario LandAuer , Spazi Sociali Catania, Sicilia Libertaria, Comitato per la Difesa della Costituzione, USB.

Continua dopo la foto

Santino Serranò, partigiano

Attivissimo lo spezzone del corteo  caratterizzato con la richiesta della libertà per i cinque antifascisti, una studentessa e 4 studenti,  adesso in libertà vigilata – uno di essi si trova ancora in una comunità nel trapanese – accusati di aver picchiato un fascio mentre divideva un volantino davanti ad una scuola: lo studente fascista è uscito dal Pronto Soccorso con una prognosi di 41 giorni, ed è bastato un solo giorno in più ai 40 per fare scattare le misure restrittive per i 5.

Continua dopo la foto

Contatti con le forze dell’ordine davanti il Municipio

Arrivato davanti al Municipio, questo spezzone del corteo ha chiesto di poter esporre all’interno del palazzo lo striscione che chiedeva la libertà per i 5 giovanissimi antifascisti. Dopo un acceso confronto con agenti della Digos e della Polizia municipale, è stata permessa l’esposizione dello striscione. Purtroppo, l’accensione di un fumogeno all’esterno del portone è stato interpretato da qualche agente come un gesto da “Presa del Palazzo d’Inverno” e, di conseguenza, il portone è stato chiuso, con i manifestanti con lo striscione dentro. La chiusura del portone ha causato l’inevitabile contatto fisico fra i manifestanti e i poliziotti, con quest’ultimi che a spintoni hanno cercato inutilmente di allontanare i manifestanti. La tensione è stata disattivata quando il portone è stato riaperto, permettendo a chi era entrato per esporre lo striscione di ritornare nel corteo. Ripartito, questo spezzone del corteo ha raggiunto il resto del corteo, proseguendo verso Piazza Dante, dove la manifestazione si è conclusa con gli applauditi  canti partigiani del gruppo ” Coro Scatenato”.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui