Foligno, catturato truffatore seriale: usava documenti falsi e contraffatti insieme ad un complice

0
225
Uomo tenta di strangolare moglie carabinieri lo arrestano

A Foligno i Carabinieri di Livorno hanno catturato un truffatore seriale. L’uomo si trovava insieme ad un complice ed usava documenti falsi e contraffatti.

Catturato truffatore seriale a Foligno

Nella serata di venerdì 26 aprile, i Carabinieri della Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Livorno, dopo averlo.rintracciato a Foligno, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un uomo di 34 anni napoletano.per i reati di truffa, sostituzione di persona, possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi e ricettazione.

L’inizio delle indagini nel 2018

Le indagini dei militari dell’arma hanno avuto inizio a maggio del 2018, quando il responsabile del negozio di apparecchiature elettroniche denominato L’Altra Mela di Livorno, sito in via Cosimo del Fante 43, aveva segnalato che, nel proprio negozio, era presente una persona che intendeva acquistare dei prodotti chiedendo di effettuare il pagamento mediante finanziamento e che, durante la compilazione della richiesta, la banca dati della società finanziaria segnalava l’operazione come possibile truffa.

I militari della Sezione Operativa, giunti tempestivamente sul posto, hanno identificato il soggetto, che stava tentando l’acquisto di un computer Apple e di un I-Phone 8 plus, per un valore complessivo di 4.348 euro.

Per stipulare la richiesta di finanziamento il truffatore utilizzava una carta d’identità, una tessera sanitaria e una certificazione INAIL, che risultavano oggetto di contraffazione. La carta d’identità, in particolare, riportava l’effige fotografica del reo, che ovviamente non corrispondeva alla reale identità.

Continua dopo la foto

catturato truffatore seriale

Ulteriori accertamenti da parte dei Carabinieri: oltre 50 identità diverse

I Carabinieri iniziavano ad approfondire le indagini, procedendo ad ulteriori accertamenti con diverse società finanziarie per verificare se ci fossero stati altri finanziamenti percepiti con le medesime modalità, dallo stesso soggetto. Si accertava che da due società finanziarie il reo aveva ottenuto l’erogazione di finanziamenti per un importo complessivo di 33.154 euro e di 64.372 euro.

Sette persone, di cui il truffatore aveva utilizzato l’identità per l’erogazione dei finanziamenti, presentavano denuncia per l’uso abusivo della loro identità.
Da quanto emerso durante le indagini, verosimilmente, il materiale elettronico acquistato con i finanziamenti concessi a nome di altri soggetti era destinato a successiva cessione ad altri soggetti.L’uomo si è avvalso di oltre 50 identità diverse per compiere i reati contestati, operando in varie parti del territorio nazionale.

Le attività dei militari della ‘benemerita’, protrattesi nei mesi, in continua sinergia e sotto la direzione della Procura della Repubblica di Livorno, hanno posto in rilievo le esigenze cautelari, che hanno consentito al Gip di Livorno di ritenere la custodia cautelare in carcere l’unica misura in grado di spezzare efficacemente la rete di rapporti ed attività illecite condotte dall’indagato.

Truffatore seriale supportato da un complice

Il truffatore seriale, catturato a Foligno, non operava da solo. Ad aiutarlo nelle operazioni illegali c’era, probabilmente, un altro uomo di 26 anni, anche lui napoletano. Proprio lui è stato trovato in possesso di altri documenti contraffatti, reato per cui procederà la Procura della Repubblica di Spoleto competente in loco.

I Nuclei Operativi delle Compagnie Carabinieri di Napoli-Bagnoli, Napoli-Vomero e Napoli-Stella, hanno fornito una fondamentale collaborazione coadiuvando i reparti operanti in quel momento nel centro Italia, eseguendo le perquisizioni di rito nel capoluogo partenopeo. I due uomini si trovano nella casa circondariale di Spoleto a disposizione delle competenti Autorità Giudiziarie.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui