La denuncia di Assomusica: +1750% per ticket Jovanotti

0
111

I riflettori tornano ad essere puntati su Jovanotti e i biglietti per i suoi concerti del Jova Beach Party. Assomusica denuncia il rincaro del +1750% per i ticket dell’artista e non solo. Nel mirino di tale denuncia anche tanti altri artisti.

Il cado Jova Beach Party

Nel corso dei mesi passati abbiamo avuto modo di vedere Jovanotti ampiamente criticato per via di alcune decisione prese in merito al Jova Beach Party, un vero e proprio raduno per i fan dell’artista. Il cantante, come ha spiegato sui social network, si è trovato a dover escludere dalla lista delle regioni per il tour anche la Sicilia e quindi anche la città di Catania. (Per approfondire e leggere le dichiarazioni dell’assessore Barbara Mirabella Clicca Qui). Le critiche per Jovanotti però non finisco qui.

“Maggiorazioni fino a 15 volte e oltre dei prezzi”

L’Assomusica, ovvero l’associazione degli organizzatori e produttori di spettacoli di musica dal vivo, ha deciso di presentare un esposto all’Agicom, autorità per le garanzie nelle comunicazioni, e all’Antitrus al fine di chiedere una sanzione per i siti secondary ticketing.

L’associazione in questione, nota anche grazie alle 120 imprese che ne fanno parte e che realizzano l’80% dei concerti in Italia, si legge nell’Ansa che “ha segnalato all’Agcom le maggiorazioni fino a 15 volte e oltre dei prezzi ufficiali dei biglietti sui siti ‘Viagogo’, ‘StubHub’ e ‘MyWayTicket’ per alcuni concerti come i tour di Jovanotti, Laura Pausini, Biagio Antonacci, Elisa, The Giornalisti e Jack Savoretti“. Nella denuncia dell’Assomusica è spiegato anche che “per il tour ‘Jova Beach Party’ di Jovanotti a fronte di un biglietto con posto unico fissato a 52 euro per la data del 28 agosto a Lignano Sabbiadoro, su Viagogo si può arrivare fino a 300 euro, cioè 6 volte in più (+500%). Per altre date (6 e 27 luglio 2019) su MyWayTicket si può arrivare a 402 euro ma su StubHub si toccano anche i 960 euro (+1.750%)“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui