Bologna, baby gang aggredisce un trentenne disabile

1
653

La cronaca italiana racconta una nuova news di cronaca che vede come protagonista una baby gang. Il gruppo hanno aggredito un trentenne disabile nella città di Bologna.

Baby gang a Bologna

A pochi giorni di distanza dal caso di Antonio Stano, l’anziano torturato e ucciso da un gruppo di ragazzi di Manduria in provincia di Taranto, ecco che si torna a parlare di una nuova baby gang. Questa volta ci troviamo nella città di Bologna dove quattro ragazzi hanno preso di mira un disabile. L’uomo in questione è stato attirato con il pretesto di offrire lui un po’ di marijuana, i fatti si sono capitati in due volte in occasione dei quali il disabile in questione è stato immobilizzato e rapinato.
I componenti della baby gang sono già stati arrestati dalla polizia e si tratta di un ragazzo bolognese di 15 anni, attualmente ai domiciliari, mentre gli altri due complici sono due ragazzi di 16 anni in uno nato in Albania è un altro marocchino ma nato a Vercelli, i quali hanno già precedenti penali motivo per cui è stata disposta la custodia cautelare in carcere.

continua dopo la foto

 

Aggredito trentenne disabile

La vittima in questione, un ragazzo disabile di 31 anni ha un disagio psicofisico e vive ancora in casa con la famiglia. Secondo quanto reso noto da Repubblica la prima rapina al trentunenne è stata effettuata sabato 4 maggio 2019. Come abbiamo appena spiegato il giovane è stato attirato dal gruppo con il pretesto di vendergli della droga ma una volta portato in un luogo isolato è stato derubato dei 70 euro che aveva con sé nel portafogli. La seconda rapina invece si è verificata giorno 8 maggio 2019.

Questa volta è stato il trentunenne disabile ad aver avvicinato la baby gang chiedendo loro che gli fossero restituiti i soldi rubati. Quanto detto è stato sufficiente per fare scattare la molla ai ragazzi che l’hanno nuovamente rapinato con una differenza. Il ragazzo disabile questa volta è riuscito a divincolarsi dalla stretta della baby gang è che male così il 113 che hanno provveduto a rintracciarli e arrestarli. il ragazzo in questione dovranno rispondere di tentata rapina pluriaggravata in corso e di rapina per i fatti di sabato 5 gennaio.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui