Camera approva legge taglia parlamentari. Ok da M5s, Lega e Fi. Contrario il Pd

0
64
Conte ha riferito sulla manovra

Senza modiche del testo la Camera approva la legge taglia parlamentari. Favorevoli il M5s, la Lega e FI. Hanno invece votato contro il Pd con Leu, +Europa e lista Civica popolare.

Taglia parlamentari: Ok dalla Camera

Il passo compiuto oggi è importante, visto che da ora non sarà più possibile fare cambiamenti nel testo della legge. Nelle ultime due letture alla Camera e al Senato la legge potrà essere solo approvata o respinta in toto, così come previsto dalla Costituzione. I voti favorevoli sono stati 310 (M5s, Lega e Fi), 107 i contrari (Pd, Leu *Europa e lista Civica popolare), 5 gli astenuti (Nci).

Le novità introdotte

La riforma prevede una riduzione dei deputati da 630 a 400, mentre quello dei senatori da 315 a 200. Per il Senato il numero minimo degli eletti per regione passerà da 7 a 3 le eccezioni sono rappresentate dal Molise che manterrà i 2 senatori e la Val d’Aosta uno. Dall’estero saranno eletti 8 deputati anziché i 12 attuali. I senatori sono abbassati da 6 a 4. Per ultimo il numero massimo dei senatori a vita in carica nominati dal Presidente della Repubblica sono stati fissati a 5. Attualmente la Costituzione non prevede alcun limite. La legge entrerà in vigore alle elezioni successive alla sua approvazione se dall’approvazione alla prossima consultazione elettorale siano passati almeno 60 giorni.

I commenti in breve

Secondo il M5s, che si è battuto per l’iter di questa legge, il risparmio sarà di 500 milioni di euro a legislatura. Roberto Calderoli della Lega, ha rivendicato la paternità del provvedimento votato oggi alla camera. Per il Pd, invece la diminuzione del numero dei parlamentari metterebbe a rischio la democrazia del Paese.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui