Omicidio Imen Chatbouri: il video incastra il responsabile ma lui nega, il giudice conferma il fermo

0
195
Omicidio Imen Chatbouri
Fonte Foto: ilmessaggero.it

La cronaca nazionale ci consegna nuovi aggiornamenti sull’omicidio di Imen Chatbouri, l’atleta tunisina trovata morta sotto Ponte Sisto. Il video ricostruito dalla Polizia incastra e identifica il responsabile, anche se lui nega di essere stato l’artefice del folle gesto. Il giudice conferma ugualmente il fermo per l’uomo.

Omicidio Imen Chatbouri: il video della Polizia

La Polizia, che si è occupata del caso dell’atleta tunisina che è stata spinta giù da Ponte Sisto a Roma, ha reso noto il video in cui si vedrebbero chiaramente alcuni dettagli dell’omicidio.

Il corpo di Imen Chatbouri è stato ritrovato privo di vita l’indomani del folle gesto e gli agenti hanno indagato senza sosta sulle possibili dinamiche del caso. Si è vagliata ogni ipotesi, dal suicidio all’omicidio. Proprio le telecamere di sorveglianza della zona hanno permesso di far chiarezza sulla situazione: non si è trattato di un incidente, ma Imen è stata spinta.

Nel video, infatti, si vede il presunto responsabile, il romeno Stefan Iulian Catoi, di 26 anni, che attraversa la strada per andare verso la vittima, che si trovava su Ponte Sisto, con lo scopo ucciderla facendola precipitare giù.

Il giudice conferma il fermo

Espletate tutte le formalità del caso, dopo l’interrogatorio, il giudice ha convalidato il fermo ed emesso una misura di custodia cautelare nei confronti di Stefan Iulian Catoi, anche se lui ha negato di aver effettuato l’omicidio.

Secondo quanto riporta Ilmessaggero.it, proprio lui ha dichiarato: “Non sono stato io ad uccidere Imen. Avevamo trascorso  la serata insieme, ci eravamo conosciuti in un pub, c’era anche il suo fidanzato, loro hanno litigato e lui le ha dato uno schiaffo. Poi, quando il locale ha chiuso, ci siamo salutati alla fermata dell’autobus e io ho preso un bus notturno. Non so nulla“.

Continua dopo la foto

ponte sisto
Fonte Foto: radiocolonna.it

Movente incerto

Le immagini riprese dalle telecamere, però, rivelerebbero tutt’altro.rispetto a quello che ha dichiarato Stefan Iulian Catoi, che ha cercato di far convergere i sospetti verso il fidanzato di Imen Chatbouri. In più, proprio quanto raccontato dal fidanzato dell’ex atleta è risultato determinante per indirizzare la Polizia verso il romeno. Il movente resta, ancora, incerto.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui