Insegnante sospesa a Palermo, presidio in Prefettura. Presente anche il sindaco Orlando

0
142

Presidio in Prefettura a Palermo a sostegno dell’insegnate sospesa. Alla manifestazione presente anche il sindaco Leoluca Orlando.

La sospensione dell’insegnate

Ieri giovedì 16 maggio il Provveditorato all’istruzione della provincia di Palermo ha comunicato l’avvio di un’azione disciplinare contro una docente del Vittorio Emanuele III. La sua colpa? Omessa vigilanza. La professoressa in questione è ritenuta meritevole di sospensione in quanto ha “permesso” che dei suoi studenti paragonassero il Decreto Sicurezza di Salvini alle leggi razziali fasciste. 15 giorni di sospensione e stipendio dimezzato, la pena.

Continua dopo la foto

“Con Salvini le censure”

I manifestanti sottolineano che “non è la prima volta che, con Salvini al governo, in Italia si verifichino censure: basti pensare a ciò che in tutto il Paese sta avvenendo con i lenzuoli che criticano Salvini. E soprattutto non è la prima volta che, con Salvini al governo, viene intimidito il mondo della scuola e minata la libertà di parola, pensiero e critica”.

Alla manifestazione davanti la Prefettura di Palermo presente Usb Scuola.

 

“Minaccia per i pilastri democratici”

Questo clima è intollerabile!  – continuano i sostenitori dell’insegnate  – .La Lega e i suoi “galoppini” stanno minacciando tutti i pilastri democratici; provveditorato e forze dell’ordine prestano la loro manovalanza a questo terribile disegno. È ora di dire basta!
Ciò che è avvenuto a Palermo è sintomatico della situazione politica del paese: è un campanello d’allarme da non sottovalutare; anzi!“.

Ha partecipato alla manifestazione anche il sindaco di Palermo Leoluca Orlando.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui