Insegnante sospesa, il sostegno degli studenti catanesi

0
198

Davanti l’ingresso di alcuni istituti di catanesi, affissati dagli studenti, dei cartelli a sostegno dell’insegnante sospesa dal provveditorato.

Il sostegno dal Galileo Galilei

I ragazzi del Collettivo Galilei hanno spiegato attraverso una nota di essere in linea “Con altre scuole catanesi e non“. Gli studenti comunicano di aver organizzato “presso la nostra scuola una striscionata a sostegno della professoressa palermitana Rosa Maria Dell’Aria, ormai da giorni sospesa dal suo servizio di docente perché “non ha vigilato correttamente sul lavoro dei suoi alunni”. Alla docente sospesa per 15 1giorni dall’insegnamento e con lo stipendio dimezzato, è stato contestato di non aver impedito ai suoi alunni di introdurre in un video sul “Giorno della Memoria”, un paragone tra il Decreto Salvini e le leggi razziali, del 1938 dal governo fascista.

Continua dopo la foto

Art. 21

Noi reputiamo che tutto ciò, al di là delle idee politiche, sia assolutamente inaccettabile:
la nostra stessa costituzione garantisce ad ogni cittadino la libertà di manifestare liberamente il proprio pensiero (articolo 21) – spiegano i manifestanti del Galileo Galilei – .Ma allora, perché un Paese democratico come il nostro è in totale regressione, quasi come a voler tornare indietro nel tempo? Perché oggi chi governa teme così tanto l’esistenza di pensiero divergente? Provano sempre più a tapparci la bocca ma non sarà così semplice. Noi, le nostre idee e i nostri ideali sono ben più forti di chi, forse, ci teme soltanto. Chi semina vento raccoglie solo tempesta”.

Continua dopo la foto

Infine concludono: “È vergognoso che in un paese in cui vige la libertà di parola, di pensiero e di insegnamento venga sospeso un docente per non aver messo a tacere i propri studenti“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui