Mercatone Uno fallisce, negozi chiusi in tutta Italia

0
669

La situazione economica di Mercatone Uno era difficile da tempo, oggi la società del gruppo Shernon Holding fallisce. A darne notizia la Filcams-Cgil di Reggio Emilia.

Mercatone Uno fallisce

“Con sentenza del 23 maggio, il Tribunale di Milano ha decretato il fallimento della Shernon”. Queste le prime parole del comunicato della Cgil-Filcams di Reggio Emilia, che come una bomba sono arrivate soprattutto nelle case dei circa 1800 dipendenti. “Si ricorda -proseguono i sindacati- che, la vendita dei 55 punti vendita fu proposta dall’As, dopo una lunga trattativa con i soci di Shernon, ritenuta degna di un positivo riscontro da parte del Comitato di Vigilanza del Mise. Successivamente, e dopo una lunga e difficile trattativa, Filcams, Fisascat e Uiltucs, presso il Mise stipularono un Accordo Sindacale regolante il passaggio dei lavoratori, ben consci che, senza l’accordo, la vendita non si sarebbe perfezionata e sarebbe intervenuto il fallimento già a luglio 2018 con la conseguente perdita dei posti di lavoro e delle relative professionalità“.

 Salvini: “Mi impegnerò per  soluzione”

“Mi impegnerò personalmente incontrando sindacati, lavoratori, fornitori e proprietà, non si possono lasciare dipendenti a casa senza rispettare gli impegni presi. Anche su questo la nuova Europa che nascerà domani dovrà essere più forte nel difendere il lavoro”: questo il primo commento del vicepremier e ministro dell’interno Matteo Salvini sulla vicenda del Mercatone Uno.

 Di Maio: “Salvaguardare i posti di lavoro”

“Da ministro del Lavoro non posso che essere preoccupato per la notizia della chiusura dei punti vendita Mercatone Uno in tutta Italia a causa del fallimento della Shernon Holding Srl”. Lo scrive Luigi Di Maio su Facebook. “Ma non basta. Non è possibile che 1800 lavoratrici e lavoratori, oggi, in Italia, si ritrovino senza lavoro dal giorno alla notte e siano costretti a scoprirlo da un passaparola tra colleghi”.

 

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui