Catania, funivia che collega i Paesi Etnei al centro città: il progetto del professor Maurizio Spina

0
1942
funivia che collega i paesi etnei al centro città
Fonte Foto: lasicilia.it

Novità importanti per Catania: è in arrivo la funivia che collega i Paesi Etnei al centro città. Il progetto è stato sviluppato dal professore Maurizio Spina, docente di Pianificazione territoriale, il quale vuole proporre la sua idea per rendere sempre più vivibile il capoluogo etneo.

Funivia che collega Paesi Etnei al centro città

Guidare a Catania, soprattutto al centro e nelle ore di punta, può diventare a volte un problema. Ogni giorno il traffico è davvero intenso e, anche per spostarsi di poco, si può impiegare veramente tanto tempo. I mezzi pubblici, tra le altre cose, non aiutano affatto dato anch’essi devono fare i conti con le lunghe code di auto e moto che cercano di svincolare quanto prima possibile.

Il professore Maurizio Spina, docente di Pianificazione territoriale all’Università di Catania, ha tentato di arginare il ‘problema’ proponendo la costruzione di una funivia che colleghi il centro di Catania con i Paesi Etnei. Il tutto nel tempo record di 9 minuti, in confronto dei 20 minuti (come minimo) stimati in automobile.

Il progetto nel dettaglio

Il suo progetto, realizzabile con dei fondi provenienti dall’Unione Europea, prevede la realizzazione di una funivia che sia in grado di collegare Catania con Trecastagni in un percorso di 10 km che da Via Vincenzo Giuffrida conduce sino al Paese Etneo in questione in soli 9 minuti. Sicuramente questo smaltirebbe di gran lunga il traffico di vetture per le strade cittadine, migliorando la circolazione.

Ma non è tutto: nell’idea del professore ci sono anche altri due percorsi: uno, di 2.9 km, da Via Vincenzo Giuffrida al porto e un altro di 4.5 km dal porto all’aeroporto. Forse quest’ultima tratta è la più interessante dato che si arginerebbe anche il rischio di lunghe code per strada che potrebbero provocare la perdita di aerei, costringendo chi vuole viaggiare a partire molte ore prima per essere sul posto in tempo. In questo modo, in pochi minuti si raggiungerebbe l’aeroporto, riducendo lo stress e massimizzando i tempi.

Continua dopo la foto

funivia catania
Fonte Foto: blogtaormina.it

“Non ci sono criticità nel mio progetto”

Questo progetto è, a detta di Maurizio Spina, privo di criticità che potrebbero ostacolarne la realizzazione. Proprio il professore ha dichiarato: “Considerato l’immobilismo sulla questione, mi sono chiesto se ci fossero criticità nel mio progetto e non ne ho trovate: migliora l’ambiente, toglie di mezzo il traffico, ha tempi certi, costa solo qualche milione, non danneggia l’estetica della città perché la base di un traliccio è di appena mezzo metro. Non vedo perché un progetto del genere che per Catania e provincia sarebbe una soluzione radicale non vada avanti e non si presenti all’Unione europea per il finanziamento”.

E poi continua: “Faccio un esempio che tutti possono controllare e capire: a Trapani c’è la funivia che porta a Erice, il biglietto costa 0,70 centesimi e tutto funziona con piena soddisfazione generale. Perché non si deve fare altrettanto con una funivia da Catania fino ai paesi etnei? Sui tetti della funivia si possono perfino sistemare le biciclette, come si fa con gli sci. Tra l’altro con la funivia si potenziano i parcheggi scambiatori di Catania. Ad esempio, parto da Trecastagni, o da Pedara, scendo dalla funivia in via Vincenzo Giuffrida, prendo un autobus o il metro e poi torno alla base. Il mondo è pieno di funivie sia in montagna e sia in città. Sono nate occasionalmente, ma poi ne hanno scoperto la grande utilità nel trasporto urbano”.

Un progetto che, sicuramente, merita la giusta attenzione perché potrebbe essere in grado di fornire a Catania quella marcia in più che, obiettivamente, non guasta affatto, migliorando radicalmente la vivibilità in toto della città.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui