Minacce ad Adorno, parla Pogliese: “A Bonaccorsi attribuite frasi con intento ricattatorio”

0
155
Elezioni europee Salvo Pogliese

Sulle presunte minacce del vicesindaco Roberto Bonaccorsi al capogruppo del M5s Lidia Adorno, il primo cittadino etneo Salvo Pogliese ieri si è espresso in aula.

Pogliese risponde in Aula ad Adorno

Dopo il comunicato stampa di sabato sera, il sindaco di Catania Salvo Pogliese ha parlato in Aula consiliare sulla telefonata, divenuta pubblica tra Grasso, ex M5s, e Bonaccorsi. Il primo cittadino etneo si è rivolto direttamente a Lidia Adorno.

Per prima cosa Pogliese ha spiegato il suo silenzio “scientifico”, poiché si è voluto documentare sull’accaduto. Il sindaco ha spiegato che le frasi di Bonaccorsi vanno contestualizzate. Sul caso dei bagni d’oro il sindaco riferisce che la” vicenda del costo di pulizia dei bagni è stata scoperta e divulgata durante alcune riunioni. Queste hanno coinvolto l’assessore Bonaccorsi, l’assessore Parisi e i dirigenti. Sono state analizzate tutte le voci di bilancio per individuare dove era possibile fare dei tagli. Ricordo quel giorno in cui gli assessori mi raccontarono quello che avevano scoperto“.

“Frasi attribuite con intento ricattatorio”

“Mezz’ora dopo quella seduta – ha precisato il sindaco – il consigliere Grasso ha contattato Bonaccorsi. All’interno di una conversazione privata ha utilizzato alcune frasi che non possono essere estrapolate ma debbono essere inquadrate nel contesto e in quello che era accaduto trenta minuti prima: per questo credo che i fatti siano oggettivi. Bonaccorsi è una persona perbene, un ottimo professionista, una persona che gode della mia fiducia. Se si attribuiscono a lui frasi con intento misogino, violento, ricattatorio non rispecchiano il percorso istituzionale e di vita di Bonaccorsi. Se tutte le chiamate venissero registrate e divulgate, anche quelle di questo consiglio comunale, non oso immaginare quanti aggettivi avrebbero accompagnato il mio nome”.

Sulle minacce del senatore del M5s Mario Giarrusso di “chiudere i rubinetti” per Catania fin quanto ci fosse Bonaccorsi in carica, Pogliese ha detto che “è gravissimo ricattare il sindaco di una città”. Poi ha dato merito agli esponenti pentastellati catanesi come Nunzia Catalfo e Simona Suriano di spendersi per aiutare la città vicina al “baratro”.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui