Urbino, morta Luciana Simoncelli: non usciva di casa da 47 anni

0
315
Urbino, morta Luciana Simoncelli: non usciva di casa da 47 anni

Nel corso della giornata di oggi è stata resa nota la notizia secondo cui una donna è stata trovata morta in casa dopo essere scomparsa da circa 47 anni, probabilmente segregata in casa dalla madre e la sorella.

Urbino, Donna trovata morta in casa

Il fatto in questione è successo a Serravalle di Carda, nel comune di Apecchio. Qui Luciana Simoncelli di 59 anni è morta nella casa dove abitava insieme alla mamma e alla sorella, ma dalla quale non era mai uscita. Secondo quanto reso noto da ilgiornale.it gli abitanti del comune di Apecchio da tempo non si avevano più notizie della donna. Gli ultimi ricordi risalgono a quanto non era ancora nemmeno adolescente e aveva circa 12 anni.

Luciana Simoncelli morta cause naturali

La riscoperta della donna che era scomparsa ormai da 47 anni, dato che nessuno l’aveva più notizie, è avvenuta sabato 8 giugno. Qualcuno, quel giorno, ha chiamato l’ambulanza affermando che Luciana Simoncelli non stava bene. All’arrivo il medico ha riscontrato il decesso avvenuto per cause naturali. Lo stesso medico di famiglia, Massimo Valentini, chiamato il lunedì 10 giugno 2019 per riconoscere la salma ha affermato di aver visto la donna per la prima volta in quell’occasione, dopo 30 anni di servizio: “non avevo la possibilità di visitarla per l’opposizione della madre“.

Il cadavere della donna presentava un avanzato stato di denutrimento. Per questo motivo è stata richiesta un’ autopsia. Durante le prossime ore la Procura di Urbino confermerà o meno l’intenzione di avviare delle indagini sulla madre di Luciana Simoncelli e sulla sorella, probabilmente complici nell’aver le consentito di non mangiare e di non essere seguita dagli assistenti sociali.

“Ogni volta che chiedevo di visitarla arrivava il no dalla madre”

I dettagli di questa notizia shock, riguardante la scomparsa di Luciana Simoncelli sono stati raccontati dal medico Massimo Valenti che a Ilgiornale.it: “È una vicenda sicuramente fuori dal comune. Era una mia mutuata, ma ogni volta che chiedevo di visitarla arrivava il no della madre: mia figlia non ha piacere di vedere nessuno, dunque nemmeno lei dottore. Era a un metro da me, dietro a una porta, ma dovevo fermarmi. Ho chiesto spesso il perché di questa reclusione in casa ma la madre mi ha garantito che la figlia stava bene: sbriga le faccende domestiche, fa l’uncinetto e guarda la tv”.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui