Catania, Beni Comuni e generazioni future: incontro con Ugo Mattei, presidente del Comitato Rodotà

0
124
beni comuni e generazioni future

A Catania è in programma un incontro-dibattito dal titolo Beni Comuni e generazioni future con Ugo Mattei, professore di Diritto Internazionale e comparato presso l’Università di San Francisco, nonché presidente del Comitato Rodotà e professore di Diritto Civile dell’Università di Catania.

Beni Comuni e generazioni future

L’appuntamento è per sabato 15 giugno 2019 alle ore 18:00 presso l’Area Marina protetta, in Via Provinciale 5D ad Acitrezza (frazione di Acicastello) in provincia di Catania. Qui si terrà un incontro-dibattito dal titolo Beni Comuni e generazioni future con Ugo Mattei, presidente del Comitato Rodotà. Interverrà anche il sindaco di Acicastello, Carmelo Scandurra.

Collaborano alla realizzazione del dibattito Arci Catania, CittaInsieme, Forum Acqua e Beni Comuni Sicilia, La Città Felice, La Ragnatela, Zero Waste, Comitato Popolare Antico Corso Catania. Chiunque può partecipare all’incontro per saperne di più.

Cos’è un Bene Comune?

Al centro dell’attenzione si pone il concetto di Bene Comune. Si tratta, innanzitutto, di una tematica di stringente.attualità e, infatti, proprio i promotori dell’evento ne sottolineano l’importanza in questi termini: “I beni comuni appartengono a tutti e devono essere funzionali al soddisfacimento.di bisogni fondamentali della persona e della collettività, tenendo conto anche degli interessi delle generazioni future“.

Ma cosa si intende esattamente per Bene Comune? Secondo quanto spiegato da Ugo Mattei in uno spot di promozione: “Sono tutte le cose che ti appartengono: l’aria, l’acqua, il territorio, beni culturali, le montagne, le spiagge che la legge non difende. Oggi questi sono a disposizione di chi ci governa, che può farne ciò che vuole: può venderli, può smantellarli, può lasciarli alla mercé dei grandi poteri internazionali. I Beni Comuni sono nostri, dobbiamo difenderli, stabilire principi giuridici che li governano. Sono 15 anni che lavoriamo a questo“.

Continua dopo la foto

incontro con Ugo Mattei
Fonte Foto: metroct.it

“50.000 firme entro fine luglio”: come collaborare

Il tempo stringe e chiunque potrà firmare per la legge di iniziativa popolare sui Beni Comuni promossa dal Comitato Rodotà, e conoscere tutto sulla società cooperativa di mutuo soccorso.

Proprio Ugo Mattei ha aggiunto: “Entro la fine di luglio dobbiamo raccogliere 50.000 firme per presentare il disegno di legge in Parlamento, per far sì che il tema venga finalmente attenzionato. Siamo a buon punto, ma non abbiamo ancora raggiunto il numero. Per collaborare, tutti i cittadini possono recarsi nel proprio comune e chiedere di apporre la propria firma“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui