La cistite, quali sono le cause e i rimedi per porvi rimedio

0
492

La cistite è un’infiammazione della vescica urinaria, estremamente diffusa che colpisce il 30% delle donne in età fertile almeno una volta l’anno, e il 12% degli uomini. La cistite quindi colpisce prevalentemente le donne e influiscono sulla frequenza degli episodi l’età, i rapporti sessuali, in cui i batteri patogeni possono passare dalla vagina alle vie urinarie, la stitichezza, l’uso del diaframma. I fattori di rischio per l’uomo invece sono riconducibili a ipertrofia o a stati infiammatori della prostata.

Cause della cistite

Nella maggior parte dei casi, la cistite è dovuta ad una infezione da Escherichia coli. Con minore frequenza è causata da altri batteri, oppure da infezioni virali, micotiche, iatrogene (cioè da farmaci), da agenti chimici e tossici, da scarsa igiene intima o da rapporti sessuali, da calcoli o nella peggiore delle ipotesi da tumori alla vescica.
Nella cistite si distinguono forme acute o croniche, con sintomi che variano dal semplice dolore alla minzione, a volte anche impellente per poche gocce di urina, alla sensazione di pesantezza alla vescica, alle urine torbide e, nei casi più acuti, associate a presenza di sangue, tanto da prospettare il quadro di cistite emorragica.

Terapia da seguire

La terapia farmacologia d’elezione è quella antibiotica, prescritta a seguito di urinocoltura e antibiogramma. Tuttavia, l’impiego frequente degli antibiotici, può comportare effetti collaterali significativi, soprattutto se la cistite è recidivante (il che può essere causa e conseguenza di un uso inappropriato degli antibiotici). Inoltre, si può incorrere nell’insorgenza di farmaco resistenza, di reazioni allergiche o di intolleranza e soprattutto di alterazioni della flora batterica intestinale, con predisposizione allo sviluppo di candida. La cistite se non curata correttamente può essere recidivante, con notevoli fastidi che possono compromettere una normale vita sessuale e di relazione.

Fortunatamente esistono anche una serie di rimedi naturali che possono essere di aiuto, comunque sempre dopo una corretta diagnosi specialistica.
Fra questi il succo di mirtillo rosso americano, il cranberry, dalle riconosciute proprietà antibatteriche e depurative.

continua dopo la foto

Il d-mannosio è uno zucchero semplice che impedisce ai germi patogeni di aderire alle cellule epiteliali delle pareti della vescica e delle vie urinarie. È consigliabile bere molto. Utili le tisane di malva, camomilla (grazie al suo contenuto di azulene, con azione antispastica e disinfettante), equiseto e gramigna. Il magnesio è utile per alleviare il tipico e doloroso spasmo muscolare, causa e conseguenza di molte cistiti. Ma la cosa più importante è senza dubbio una corretta integrazione probiotica, mediante uso di fermenti lattici adeguati, per ripristinare l’equilibrio del microbiota intestinale, soprattutto se si sta seguendo una terapia antibiotica.

Alimentazione

Tutti questi rimedi risultano efficaci solo se parallelamente si presta attenzione all’alimentazione. È indispensabile infatti ridurre drasticamente gli zuccheri semplici (frutta, dolci, vino, dolcificanti, bevande gassate e zuccherate, gelati), almeno nella fase acuta della cistite e soprattutto nel pasto serale.

 continua dopo la foto

ritenzione idrica alimentazione
fonte foto Melarossa

In generale, è bene fare attenzione al carico glicemico complessivo del pasto.
Aglio e cipolla sono da consumare in abbondanza per le loro proprietà antimicrobiche e immunostimolanti. Si consiglia invece di evitare o ridurre tutti gli alimenti acidificanti (in particolare le proteine animali, soprattutto carni, formaggi e uova) e cibi ricchi di ossalati o irritanti (spinaci, bietole, pomodori, melanzane, peperoni, asparagi, cioccolata) che possono aumentare l’infiammazione e l’acidità delle urine.

Biologa nutrizionista Dott.ssa Federica Portuese

Mail: federicaportuese@live.it

Cell. 3488717500

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook e Twitter o iscriviti al nostro canale Telegram!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui