Caso Sea Watch: posizione Conte e Salvini archiviata. “Entrò senza le autorizzazioni”

0
322
Sea Watch

Archiviata anche la posizione dei ministri Toninelli e Di Maio, Salvini esulta per la decisione sul caso Sea Watch. Poi risponde  all’alto commissariato delle Nazioni Unite che l’Italia debbafare sbracare i migranti: “non cambio idea. Possono chiamarmi fino a Natale”.

Caso Sea Wacht: Tribunale dei ministri archivia accuse

Il Tribunale dei ministri di Catania ha archiviato la posizione del premier Conte, dei ministri Salvini, Toninelli e Di Maio accusati di sequestro di persona nella’ambito del caso Sea watch . I fatti si riferiscono al ritardo nel fare approdare a Catania la Sea Wacht 3. Nella motivazione dei magistrati si legge che l’imbarcazione della ong tedesca “è entrata in Italia in modo unilaterale e senza  le necessarie autorizzazioni della Guardia Costiera“. La notizia è stata data dallo stesso Salvini  che ha detto: “sono felice  che anche la magistratura confermi che si possono chiudere i porti alle navi pirata. Continuerò a difendere i confini“.

 

Matteo Salvini esulta nell’apprendere la decisione sul Caso Sea Watch, mentre la stessa nave si trova nelle medesime condizioni al largo di Lampedusa. Qui in 100 hanno trovato il modo di raggiungere le coste grazie ad un gommone lasciato al largo da un peschereccio, scoperto e sequestrato dalla Guardia di Finanza.

Alto commissariato delle Nazioni Unite dice  che “l’Italia ha la responsabilità di fare sbarcare  queste persone“. La risposta di Salvini è immediata e secca: ” le politiche le  decide su chi entra ed esce dall’Italia le decide il ministro dell’Interno. Possono chiamarmi fino a Natale, per me non cambia nulla“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui