Domenica di fuoco in Sicilia: in Prefettura a Catania la sala operativa d’emergenza

0
230

Quella del 23 giugno 2019 è stata una domenica di fuoco in Sicilia. Le temperature hanno superato i 40 gradi con incendi che hanno provocato ingenti danni. Proprio per questo motivo ecco che in Prefettura a Catania è stata aperta la sala operativa d’emergenza.

Domenica rovente in Sicilia: 42 macchine al rogo

Nel corso della giornata di ieri sono stati diversi gli incendi verificatesi in Sicilia a causa delle alte temperature. Si è trattato di importati roghi che hanno richiesto un impegno considerevole sia da parte dei vigili del fuoco, che delle forze dell’ordine insieme alla polizia postale. Nel frattempo ad Eloro, nei pressi di Noto, in un terreno privato ben 42 due macchine sono state divorate dalle fiamme.
Sull’accaduto è stata avviata un’indagine al fine di capire cosa abbia potuto provare il grande incendio, ma nel frattempo ecco la decisione presa in prefettura a Catania.

In Prefettura a Catania la sala operativa d’emergenza

Dopo i vari incendi verificatesi domenica 23 giugno 2019, il Prefetto di Catania Claudio Sammartino, ha deciso di aprire una sala operativa che permette di affrontare e gestire l’emergenza relativa agli incendi nella città e provincia siciliana.

Secondo quanto reso noto anche dall’Ansa, una delle zone maggiormente colpita dai roghi è stata quella dell’Oasi del Simeto dove sono stati particolarmente impegnate le squadre della guardia forestale insieme ai vigili del fuoco. A Belpasso, invece, gli incendi hanno raggiunto abitazioni e capannoni industriali e non solo. Un uomo è rimasto bloccato nella propria casa e, dopo esser stato tratto in salvo da pompieri, è stato trasportato all’ospedale Cannizzaro dove si trova ricoverato anche se le sue condizioni non sono gravi.

Altri interventi

Altri interventi sono stati effettuati anche nei press di Acicatena dove i pompieri di Acireale e Riposto, del Comando provinciale di Catania, hanno messo in sicurezza  bovini di un allevamento dopo che un incendio aveva coinvolto il fienile, mettendoli in serio pericolo.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui