Rischio incendi Belpasso, il sindaco: rispettare l’ordinanza

0
600

Con il rischio incendi elevato per le condizioni meteo di questi giorni, il sindaco di Belpasso Daniele Motta richiama al rispetto dell’ordinanza del 6 giugno.

Rischio incendi Belpasso

Negli ultimi giorni si sono registrati diversi incendi nel territorio comunale, favoriti dalle condizioni meteo (alta temperatura e vento), ma soprattutto dalla mancanza di elementari misure di prevenzione e dal rispetto delle più basilare regole del buon senso. Ieri, ad esempio, un esteso incendio si è propagato lungo la SP 4 (Belpasso-Santa Maria di Licodia), con rischio per abitazioni e insediamenti commerciali.

L’ordinanza n.55 del 6 giugno

I danni sono stati contenuti grazie all’impegno  dei volontari della Protezione civile, dei Vigili urbani, dei Carabinieri, della Forestale e dei Vigili del fuoco. È stato necessario l’intervento di un elicottero e un canadair – commenta il sindaco Daniele Motta -. Ritengo necessario, alla luce di quanto successo, richiamare all’attenzione della cittadinanza l’Ordinanza n. 55 del 6 giugno scorsoCampagna prevenzione e lotta agli incendi”. Il nostro territorio, infatti, è fortemente caratterizzato dalla presenza del rischio incendi. Un rischio che aumenta in seguito alla bruciatura dei materiali di risulta dell’agricoltura, in alcuni casi di rifiuti e dalla mancata pulizia dalle sterpaglie nelle campagne. Dal 15 giugno al 15 ottobre bisognerà quindi rispettare le indicazioni riportate nell’Ordinanza”.

Le sanzioni previste

In particolare Enti e privati devono provvedere alla rimozione di erbe secche, arbusti ed eventuali rifiuti, anche se abbandonati da terzi,  che possano essere causa di innesco e propagazione di incendi e mantenere puliti e sgombri da sterpaglie tutti i cigli e le scarpate stradali e ferroviarie, i fossi che attraversano le proprietà private ed in particolare quelle prospicienti le strade comunali; realizzare viali o fasce parafuoco non inferiori a 5 metri, se confinanti con strade e sentieri, e di 10 metri se adiacenti immobili e linee ferroviarie. Ai trasgressori saranno comminate sanzioni amministrative ai trasgressori da euro 51 a euro 258.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui