Chiuso impianto di smaltimento dei rifiuti ingombranti: collasso per 6 comuni della provincia di Catania

0
209

La piattaforma FG di Belpasso, ha comunicato alla Dusty che per problemi tecnici di manutenzione, non farà conferire i rifiuti ingombranti. Situazione che interessa i Comuni di Catania, Misterbianco, Giarre, Paternò, San Giovanni La Punta e Gravina di Catania.

Chiuso impianto di smaltimento dei rifiuti ingombranti

Un problema allarmante che coniugato alla mancanza di civiltà di quei cittadini che non rispettano le ordinanze sindacali, rischia di diventare una vera e propria bomba a orologeria. E il countdown è già partito.
La FG Recycling Systems, società che gestisce a Belpasso la piattaforma di smaltimento, recupero e riciclo dei rifiuti speciali, ingombranti e Raee, motiva di non poter più accogliere i carichi del codice CER 20.03.07 (ingombranti). In base al Comune di riferimento, l’oggetto varia e così si è passati – il 25 giugno – da una “manutenzione straordinaria” in cui per le città di Paternò, Gravina di Catania e San Giovanni La Punta, è stata richiesta la riduzione dei carichi, rassicurando che “appena possibile, sarà cura del nostro ufficio accettazione comunicare in maniera diretta a ciascuno di voi la regolare ripresa dell’attività”, all’1 luglio in cui per i comuni di Catania e Misterbianco, si invita a non conferire più nulla, senza indicare quando saranno ripresi i conferimenti.

Per il Comune di Giarre, non si effettuano scarichi da un mese circa, anche in seguito a problemi amministrativi con il Comune, ragion per cui, tutte le prenotazioni dei ritiri gratuiti domiciliari degli ingombranti, sono state annullate avendo avvisato gli utenti.

La denuncia della Dusty agli organi competenti e alle istituzioni

La Dusty ha più volte denunciato lo stato di crisi, sin dall’1 marzo 2019 quando sono state attuate le nuove direttive di accesso alla discarica che limitano l’attività a poco più di 1 scarico di ingombranti al giorno. Situazione che contribuisce all’aumento di discariche abusive costituite per lo più da ingombranti, rappresentando l’elemento di maggiore criticità del sistema di raccolta dei rifiuti nel territorio del Comune di Catania.

Risulta chiaro che nulla può essere imputato a Dusty in termini di responsabilità per la mancata raccolta dei rifiuti ingombranti e degli inerti. Ne consegue, che tra l’indisponibilità dell’impianto di ricezione, la saturazione delle casse messe a disposizione dalla Dusty e l’inadempienza dei cittadini non rispettosi delle leggi, si ribadisce ancora una volta, come più volte espresso, la mancanza di controlli da parte delle autorità preposte che alimenta l’abnorme produzione di ingombranti e di altri rifiuti abbandonati dai cittadini ad ogni ora del giorno e della notte.

Un fenomeno che sarebbe contrastabile dalla messa in campo e dislocazione sul territorio di Guardie ambientali, così come verificato nel mese di giugno, da istituirsi anche a livello intercomunale per avere – con l’intervento del Prefetto – il ruolo di sanzionatori, ad oggi non previsto.

Si segnala inoltre, che i rifiuti abbandonati nel territorio comunale di Catania, insieme a diverse frazioni estranee che ne impediscono il corretto conferimento, che sono stati ritirati dal personale Dusty, giacciono in 14 casse scarrabili di proprietà della società, in attesa di essere inviate in un impianto che preveda in ingresso, una linea specifica di trattamento e
separazione delle frazioni estranee.

Collaborazione da parte dei cittadini

Dusty impossibilitata quindi a poter conferire tali rifiuti né a poterne ritirare altri, ha provveduto a contattare gli utenti dei Comuni interessati (e sta continuando a farlo), per annullare il ritiro rinviandolo a una nuova data che sarà concordata.

Per evitare l’abbandono dei rifiuti ingombranti sulle vie principali e sulle arterie secondarie che danneggiano l’immagine e il decoro urbano, Dusty invita la cittadinanza dei Comuni sopra citati alla massima collaborazione, chiedendo di non esporli in strada. E comunica inoltre, che in seguito a questa difficoltà contingente, i tempi di attesa dei ritiri saranno più
lunghi rispetto al consueto. Per il disagio occorso Dusty si scusa con la cittadinanza, pur essendo incolpevole.

La situazione dei CCR per i comuni di Catania e Misterbianco

Vista la saturazione dei cassoni scarrabili alloggiati presso i CCR (di via Maria Gianni a Picanello e al Viale Tirreno a Catania; e in via Garibaldi a Misterbianco), sarà sospesa l’accettazione dei rifiuti ingombranti fino alla comunicazione di riapertura dell’impianto FG di Belpasso. Per il Comune di Catania, la Dusty è nelle condizioni di poter smaltire nella piattaforma solo il legno.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui