Alan Kurdi verso Lampedusa. Alex già in porto. DIRETTA VIDEO

0
225
Nave Alan Kurdi verso sar libica

La nave Alan Kurdi, della ong Sea Eye con 65 extracomunitari a bordo, si dirige verso Lampedusa. Nave Alex già in porto. Salvini: “hanno rifiutato gli aiuti”.

Alan Kurdi verso Lampedusa

Non c’è decreto che tiene, prima la legge del mare. Questa nella sintesi il dispositivo disposto dal Gip di Agrigento Alessandra Vella, con il quale è stata scarcerata Carole Rackete, comandante della Sea Watch 3. A sostenerlo anche l’equipaggio della Alan Kurdi che punta dritto verso il porto di Lampedusa.

Con 65 persone soccorse a bordo ci stiamo dirigendo verso Lampedusa. Non siamo intimiditi da un ministro dell’Interno ma siamo diretti verso il più vicino porto sicuro. Si applica la legge del mare, anche quando qualche rappresentante di governo rifiuta di crederlo“, fanno sapere in un tweet dalla ong. L’imbarcazione, nonostante la notifica della Gdf di divieto di ingresso transito e sosta in acque italiane, viaggia alla velocità di circa 7 nodi e mezzo verso Lampedusa. Ancora l’imbarcazione risulta essere in acque internazionali.

Nave Alex in porto

Intanto è arrivata nel porto di Lampedusa, è arrivato il veliero dei centri sociali dei centri sociali Alex, dopo un braccio di ferro con le Autorità che si protraeva da giorni. Salvini non le manda a dire: “Hanno rifiutato aiuti e acqua”.

Ieri sono stati consegnati più di 400 litri di acqua potabile alla barca a vela Alex e altrettanti sono stati successivamente rifiutati. Oltre all’acqua, l’Italia ha garantito cibo, coperte e medicinali. Attraverso il proprio ufficio stampa, Alex ha fatto sapere che le bottiglie d’acqua erano troppo ingombranti e a causa delle condizioni igienico-sanitarie ha deciso di infrangere il divieto di accesso nelle acque italiane“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui