Auricolari senza filo: il salto di qualità nella ‘tecnologia che si indossa’

0
179
auricolari senza fili
Fonte Foto: phonetoday.it

Gli auricolari senza filo rappresentano indubbiamente il futuro. Ricordate quando le cuffie tradizionali si arrotolavano su sé stesse e diventava un’impresa districarle? Per farlo, occorreva tanta pazienza. Adesso, il problema è stato risolto e sembra che la risposta del mercato tecnologico sia più che positiva.

Auricolari senza filo: pro e contro

Abbandonate la classica idea degli auricolari con il filo. Le cuffie hi-tech sono prive di cavo e hanno risolto l’annoso problema che da sempre tormentava chiunque. Tra le altre cose, ben si adattano agli smartphone odierni, dato che ormai iniziano a essere privi dell’uscita jack da 3.5 mm.

Diversi sono i vantaggi nell’uso quotidiano ma, ovviamente, quello che viene per primo in mente è la comodità. Con questa nuova tipologia di cuffie, senza dubbio, infatti, i movimenti saranno molto più liberi e si potrà ascoltare la musica o guardare un video in compagnia degli amici, senza la necessità di stare eccessivamente vicini, come succedeva un tempo con gli auricolari col filo.

Uno svantaggio può essere il peso, dato che le cuffie senza fili sono meno leggere delle classiche tradizionali, ma questo è giustificato dal fatto che richiedono una tecnologia con una batteria che, ovviamente, ha il suo peso. Ma si parla di differenze, veramente, irrisorie.

C’è da dire che, questi dispositivi, necessitando di una carica periodica, dato che hanno una durata nel tempo limitata che può variare in base al prodotto scelto. Questo può costituire un problema per un uso eccessivamente prolungato, rispetto alle classiche cuffie tradizionali che… non si scaricano mai!

Continua dopo la foto

cuffie senza fili
Fonte Foto: macitynet.it – AirPods di Apple

Tipologie in commercio e prezzi

Il costo degli auricolari senza filo varia, naturalmente, in base al modello scelto e ci sono diversi range di prezzo: si parte da 20 euro, fino a 500/600 per quelli più completi. Più si spende, più ovviamente la qualità del suono sarà elevata e molte saranno le features presenti, come ad esempio una batteria più potente.

Una caratteristica importante da non sottovalutare è sicuramente l’adattabilità all’orecchio. Infatti, uno dei primi ‘problemi’ lamentati dagli utenti riguardava proprio il fatto che le cuffie scivolavano con facilità, col rischio annesso anche di perderle.

In commercio ne esistono due tipologie: Bluetooth e Wireless. Le prime funzionano grazie all’omonima tecnologia e il suono viene trasmesso in maniera stabile, ottimale e senza interferenze e sono adatte per lo più per gli sportivi. Le cuffie wireless, invece, funzionano grazie ai raggi infrarossi o alle radiofrequenze e sono consigliate principalmente per uso domestico.

A dominare questa fetta di mercato degli accessori indossabili ci sono le AirPods di Apple e le Gear IconX di Samsung, ma naturalmente tanti altri sono i modelli che si affiancano e offrono una discreta alternativa. Ma come funzionano essenzialmente? Nulla di più facile: basterà collegarli wireless o via bluetooth con il dispositivo prescelto (smatphone, tablet, smart tv) e godere indisturbati dei contenuti multimediali preferiti.

Continua dopo la foto

cuffie senza fili gettonate
In foto, AirPods di Apple e Gear IconX di Samsung

Il mio parere: sì o no?

Personalmente, credo che le cuffie senza fili rappresentino un buon compromesso tra qualità del suono e comodità nell’utilizzo. Soprattutto per gli sportivi, i giovani e chi riceve tantissime chiamate ed è in continuo spostamento, questo accessorio hi-tech del futuro rappresenta la soluzione ideale.

In più, la risposta del mercato è decisamente a favore degli auricolari senza filo. Infatti, secondo quanto riporta Ansa.it, nell’ultimo periodo, il 40% del mercato tecnologico degli accessori indossabili è costituito dalle cuffie prive di cavi, che hanno di gran lunga superato gli smartwatch, che in precedenza erano molto gettonati.

ALBERTO contaldo

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui