Blackout a Palermo: treni fermi dopo un furto di cavi di rame

0
240
Blackout a Palermo
fonte foto Palermotodady

Palermo va in blackout, più di mezza città sarebbe rimasta a causa di un’importante guasto elettrico che ha coinvolto alcune zone della città e non solo. A causa di un furto di cavi di rame sono stati fermati anche i treni verso l’aeroporto.

Blackout a Palermo

Nel corso delle ultime ore è stata diffusa la notizia riguardante blackout avvenuto nella città di Palermo. Gran parte della città è rimasta senza corrente, da casa di proprietà, al negozio e uffici vari. Il tutto si è verificato nei pressi della Fiera oltre che l’Acquasanta. Il disagio in questione ha creato non pochi problemi Anche a coloro che dalla città di Palermo dovevano raggiungere l’aeroporto.

Treni fermi a causa di un furto di rame

Sono momenti particolari della città di Palermo messo in ginocchio da problemi relativi a un guasto tecnico. In questo frangente ha subito dei cambiamenti anche la linea ferroviaria, i treni con direzione l’aeroporto sono stati momentaneamente fermati a causa di un furto di rame. Ma cosa sta succedendo invece nella città?

“Caduta di un traliccio”

A spiegare quanto sta succedendo nella città di Palermo è stata l’Enel attraverso una nota alla stampa pubblicata da Palermotoday: “Il problema nasce dalla caduta di un traliccio. Non si tratta di un evento casuale, ma della conseguenza di un furto di rame agli impianti nei pressi delle gallerie a Isola delle Femmine. Cadendo, il traliccio ha danneggiato la linea di Rfi. Il nostro personale è intervenuto sul posto con le forze dell’ordine. E’ un danno che abbiamo subito e che purtroppo si ripercuote sull’utenza. Sono già iniziati i lavori di riparazione, ma si tratta di un’azione che E-distribuzione ed Rfi devono portare avanti in maniera sinergica“.
Stiamo provvedendo – conclude l’Enel – all’installazione dei gruppi elettrogeni in attesa della riparazione. Sono problemi che si possono verificare, il caldo delle ultime ore e il picco dei consumi certamente non hanno agevolato“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui