Messina, custode tenta il suicidio: il sindaco lo aveva minacciato di licenziamento

0
86
ex-gil messina

A Messina, nell’Ex-Gil, impianto sportivo, il custode tenta il suicidio salendo sul tetto e minacciando di buttarsi giù. In precedenza, il sindaco Cateno De Luca aveva minacciato il licenziamento per dei comportamenti non perfettamente in linea col corretto svolgimento del suo lavoro.

Custode tenta il suicidio

Il custode dell’Ex-Gil, nelle prime ore del mattino è salito sul tetto, minacciando il suicidio, e non era affatto intenzionato a scendere, dopo che il sindaco di Messina Cateno De Luca aveva pubblicato un post su Facebook in cui raccontava di aver sorpreso l’uomo intento a compiere delle irregolarità nello svolgimento delle sue mansioni.

L’episodio in questione, al centro della polemica, riguarda un blitz effettuato dal primo cittadino all’interno della struttura sportiva. Il custode, in quell’occasione, era stato trovato intento a guardare la tv, anziché lavorare.

Il post su Facebook del primo cittadino

Il primo cittadino Cateno De Luca su Facebook, dopo quanto successo, allega foto e video e scrive: “Che schifo! Il tempo è scaduto anche per la struttura Ex-Gil. Oggi abbiamo trovato il custode che indisturbato si guardava il televisore che si è portato da casa in una stanza abusiva ricavata dietro un armadio di metallo“.

E subito dopo il post continua con una minaccia di licenziamento: “Anche per questa struttura tra qualche mese ci sarà il bando pronto per l’affidamento trentennale a soggetti privati senza alcun onere per le casse comunali“.

Continua dopo la foto

sindaco de luca
Fonte Foto: livesicilia.it

Vuole incontrare il sindaco

Il custode, allora, in segno di protesta è salito sul tetto minacciando il suicidio e chiedendo un incontro con il primo cittadino. Lui stesso ha chiamato la Polizia Municipale ribadendo la sua volontà di parlare con De Luca.

I Vigili del Fuoco, i Carabinieri e gli assessori Musolino e Minutoli sono arrivati sul posto, convincendo il custode a scendere dal tetto, promettendo nell’immediato all’uomo di incontrare il sindaco.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui