Tragedia a Vittoria: due cuginetti travolti da un suv, uno di loro è morto: autista ubriaco e drogato alla guida

2
174
Tragedia a Vittoria

Una tragedia si è verificata ieri sera nel cuore di Vittoria dove due cuginetti sono stati travolti da un suv mentre si trovavano sull’uscio di casa. Uno di loro è morto sul colpo, mentre l’altro è stato trasportato in ospedale e adesso versa in gravi condizioni di vita.

Tragedia a Vittoria: due cuginetti travolti da un suv,

Nel corso della serata di ieri si è verificata un’immane tragedia nel cuore di Vittoria, in via IV aprile. Qui due cuginetti si trovavano davanti la porta di casa quando si trovavano proprio sull’uscio di casa. La scena che si è presentata ai soccorritori era davvero raccapricciante, nell’articolo pubblicato da La Sicilia è possibile leggere: “I corpi dei due ragazzini sono stati sezionati dalle ruote del potente mezzo“.

A seguito dell’impatto violentissimo un bambino di 11 anni è morto, mentre il cuginetto è rimasto gravemente ferito, perdendo le gambe, tranciate di netto dal passaggio della macchina Jeep Renegade. Il bambino coetaneo della vittima è stato trasportato in elisoccorso all’ospedale di Messina.

Omicidio stradale aggravato

Nella macchina in questione si trovavano tre persone che, subito dopo il tragico impatto si sono dati alla fuga, abbandonando il mezzo in via Gaeta. Alla guida si trovava Rosario Greco, arrestato poco dopo. L’uomo di 34 anni è stato immediatamente sottoposto ai test tossicologici, risultato sotto effetto di sostanze stupefacenti.

A Rosario Greco viene contestata l’accusa di omicidio stradale aggravato, insieme alla detenzioni di oggetti atti ad offendere come uno sfollante telescopico e una mazza da baseball. Le altre due persone che si trovavano in macchina con lui sono state denunciate per omissione di soccorso e favoreggiamento.

+++ AGGIORNAMENTO +++

Bollettino medico

Nel corso delle ultime ore è stato diffuso il bollettino medico riguardante il bambino rimasto ferito, diffuso da Ansa, dove è possibile leggere: “Il bambino è stato operato ma purtroppo non abbiamo potuto salvargli le gambe che sono state tranciate durante l’incidente. Le sue condizioni sono stabili ma gravi, è ancora in pericolo di vita“. A parlare è stata la direttrice dell’unità operativa di terapia intensiva neonatale del Policlinico di Messina, Eloisa Gitto.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui