Chi ha detto che i legumi vanno consumati solo in inverno?

0
138

Spesso, erroneamente pensiamo ai legumi come qualcosa che si presta solo alla preparazione di piatti caldi adatti a riscarldarci nei periodi più freddi dell’anno. Ma in realtà, non possiamo e non dobbiamo rinunciare ai legumi quando le temperature si alzano.

I legumi vanno consumati solo in inverno?

Ad esempio, alcuni legumi, come i fagioli borlotti, maturano in piena estate, da giugno ad agosto, ed è questo il periodo migliore per gustarli e per poter godere appieno di tutte le loro proprietà nutrizionali.
I fagioli borlotti, nei loro bellissimi baccelli colorati e vivaci, si consumano freschi in estate e secchi in inverno. I borlotti, come tutte le altre numerose altre varietà di fagioli (bianchi, cannellini, azuki, dall’occhio…), sono ricchi di vitamine C e B1, di ferro, potassio e calcio. Sono preziosi quindi soprattutto quando occorre reintegrare Sali minerali dopo un’attività fisica intensa o dopo una profusa sudorazione. Per il loro contenuto naturale di fitoestrogeni sono adatti, ad esempio, a combattere i sintomi della menopausa, ancor più se cucinati con la salvia, e al tempo stesso rappresentano una fonte preziosa di calcio utile a contrastare l’osteoporosi.

I sali minerali dei fagioli borlotti sono preziosi per la pelle, soprattutto se esfoliata da psoriasi o da scottature, per le unghie fragili e per rinforzare i capelli e contrastarne la caduta. Si possono usare in dieta dimagrante e in caso di stitichezza grazie al loro ricco contenuto di fibre. Per lo stesso motivo non sono adatti invece a chi soffre di colite o diverticolite.

Cucina tradizionale siciliana

Nella tradizione siciliana, in particolare quella catanese, questi fagioli sono comunemente chiamati “fagiola pasta” proprio perché il modo migliore per cucinarli è proprio con la pasta in una minestra. Si preparano in modo molto semplice con sedano, carota e cipolla e poi gli aromi (salvia, alloro) importantissimi non solo per rendere questi legumi più digeribili ma soprattutto per evitare quella fastidiosa sensazione di gonfiore, spesso associata al consumo di legumi.
In alternativa, una volta cotti, si possono consumare freddi in insalata, con pomodoro, cipolla e basilico fresco. In questo caso, sarà certamente più piacevole consumarli in estate e rappresentano un’ottima soluzione per un pranzo veloce o da portare a lavoro o a mare.
Non dimentichiamo di abbinare sempre i legumi ai cereali (orzo, riso…), perché i legumi sono ricchi di amminoacidi come la lisina, di cui invece sono privi i cereali ed in questo abbinamento le proteine si completano a vicenda.

Biologa nutrizionista Dott.ssa Federica Portuese

Mail: federicaportuese@live.it

Cell. 3488717500

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook e Twitter o iscriviti al nostro canale Telegram!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui