Undici B&B e case vacanze irregolari scoperte su Catania: denunciate 8 persone

0
226
varese favorivano permanenza Italia non regolari

Si è da poco conclusa con successo una nuova operazione messa a punto dalla Guardia di Finanza di Catania, nell’ambito del servizio riguardante la repressione dell’abusivismo nel settore turistico-extralberghiero. I militari delle fiamme gialle hanno così denunciato 8 persone e individuato ben undici B&B e case vacanze irregolari.

Le irregolarità riscontrate

Ben 11 sono le strutture alberghiere in cui la Guardia di Finanza di Catania ha riscontrato, a seguito di un’attenta attività di indagine, delle irregolarità per quanto riguarda le nuove realtà imprenditoriali che si occupano di prenotazione di alloggi online tramite siti web adibiti a tale scopo.

Si parla, quindi, di B&B, affittacamere e case vacanze scoperte a Catania, prive delle necessarie autorizzazioni. A seguito di un’attività incrociata tra le banche dati dell’Anagrafe Tributaria e i vari sopralluoghi sul territorio sono emerse diverse irregolarità di non poco conto.

Continua dopo la foto

bed and breakfast agrigento

I Comuni interessati

Le strutture al centro del mirino sono dislocate nei vari Comuni del territorio provinciale: Catania, Belpasso, Caltagirone, Castiglione di Sicilia, Pedara e Viagrande. Tra tutti i B&B, case vacanze e affittacamere, in particolare, 5 sono del tutto abusive perché sprovviste della cosiddetta autorizzazione di inizio attività, che avrebbe dovuto essere stata rilasciata dal comune. In più, non erano per nulla in regola con le tasse e i contributi che, invece, avrebbero dovuto pagare.

Otto gestori sono stati prontamente denunciati con l’accusa di aver omesso di comunicare alla Questura i nominativi dei clienti, procedura invece necessaria. In più i titolari di suddette strutture alberghiere hanno effettuato dichiarazioni false sul numero di posti letto autorizzati. Questo è un altro motivo per il quale è scattata la denuncia per i soggetti suddetti.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui