Casa di riposo da incubo a Ragusa: arrestate due donne

0
397
anziano maltrattato

È stata scoperta a Ragusa una nuova casa di riposo degli orrori, qui gli ospiti hanno vissuto dei veri e propri momenti da incubo che si sono conclusi con l’arresto di due donne, ritenute responsabili dei maltrattamenti.

Casa di riposo da incubo a Ragusa

A diffondere la notizia in questione è stato il giornale La Sicilia che ha riferito di urla, schiaffi, umiliazioni, botte, spinte e insulti a ospiti malati di Alzheimer e non solo. Lo stesso modus operandi di altri casi che hanno fatto nascere orrore e disprezzo nell’opinione pubblica.

Quanto successo nella casa di riposo da incubo a Ragusa è stato scoperto dalla polizia che ha installato delle telecamere e microspie nella struttura, i quali hanno permesso di documentare tutte le violenze.

Arrestate due donne

L’indagine condotta dagli agenti di polizia ha permesso di arrestare due donne, di 41 e 63 anni, attualmente ai domiciliari, mentre una terza, su istanza del Gip, è destinataria del provvedimento di presentazione in Questura.
Come riportato dalle autorità, come si legge ne La Sicilia, una delle donne malate di Alzheimer è stata insultata pesantemente per aver chiesto se fosse possibile fare una doccia. La colpa della donna era quella di aver disturbato il sonno di uno dei colleghi.

A commentare il tutto è stato il capo della Mobile, Antonino Ciavola: “La Polizia di Stato assicura alla giustizia tre donne per un gravissimo fatto reato ai danni di anziani indifesi, questo grazie alla partecipazione di cittadini dal grande senso civico che hanno segnalato tempestivamente ciò che accadeva all’interno della casa di riposo. Ancora una volta la sicurezza partecipata fornisce fondamentali elementi per poter individuare i responsabili di ignobili reati“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui