Un uomo pregiudicato picchia il padre e viene arrestato per maltrattamenti in famiglia

0
103
Violenza sessuale centro massaggi como polizia

La Polizia di Stato ha tratto in arresto un quarantadue enne di Cagliari, pregiudicato, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, a danno del padre che ha chiesto l’intervento degli agenti.

Pregiudicato picchia il padre

Nella mattinata del 28 luglio 2019 il padre del quarantaduenne in questione ha chiamato la polizia chiedendo l’intervento della Polizia dopo che il figlio lo aveva picchiato e stava cercando di sfondare la porta di casa a calci.

Un equipaggio della Squadra Volante ha raggiunto velocemente l’abitazione notando, fuori dal portone di casa, un uomo, già noto agli stessi agenti per i suoi precedenti di Polizia, il quale riferiva che poco prima aveva chiesto ed ottenuto dal padre la somma di 15 euro e non capiva la presenza della Polizia. Contemporaneamente l’anziano uomo raggiungeva i poliziotti, visibilmente scosso e preoccupato, confermava di aver dato il denaro al figlio che non soddisfatto per l’esigua somma, pretendeva altro denaro. Di fronte al diniego ha iniziato a colpire con pugni e calci il proprio padre che a fatica riusciva a rinchiudersi all’interno della propria abitazione e a chiedere l’intervento del 113.

Quarantaduenne già noto alle forze dell’ordine

Il padre ha anche riferito agli agenti che tale episodio era solo l’ultimo di una lunga serie di atti e violenze nei suoi confronti aggravata dalla condizione di dipendenza alcolica che gli è valsa, lo scorso 18 luglio, una denuncia per fatti analoghi.
Il quarantaduenne è risultato avere diversi precedenti penali per reati contro il patrimonio, nonché denuncia per maltrattamenti in famiglia e di essere sottoposto alla misura della sorveglianza speciale fino al dicembre 2019. Subito dopo è accompagnato in ufficio, al termine degli accertamenti è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e su disposizione del pm di turno è stato accompagnato presso il Tribunale per essere giudicato con rito direttissimo e successivamente alla Casa Circondariale di Uta.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui