Bonaccorsi (M5S): “Rischio di restituire quasi 5 milioni di indennizzi ai cittadini per le mancate letture dei contatori agli utenti Asec”

0
778
Catania, sabato riprende la nuova stagione dei Caffè concerto

Il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle Graziano Bonaccorsi, insieme ai colleghi del Gruppo consiliare pentastellato, hanno firmato una interrogazione per avere dei chiarimenti dall’amministrazione comunale sulla delibera numero 117/2015 dell’Asec (l’azienda che si occupa dei servizi energetici per la città di Catania).

Mancate letture dei contatori agli utenti Asec”

In particolare, questo provvedimento prevede un indennizzo all’utente se non viene effettuata la lettura del contatore ammontante a 35 euro. La cifra dell’indennizzo in questione viene triplicata se trascorrono 6 mesi dalla mancata lettura dei contatori Asec. Le bollette, infatti, per la maggiore vengono calcolate attraverso una stima.

“Possiamo calcolare un totale di indennizzi pari a 4.935.000”

A commentare la cosa è stato il consigliere del Movimento 5 Stelle Graziano Bonaccorsi: “Il numero degli utenti di Asec Spa è di circa 47mila unità e, ipotizzando che la totalità dei clienti rientri nella prima fascia di consumo con contatori accessibili, possiamo calcolare un totale di indennizzi pari a 4.935.000, soltanto per l’anno 2018. Con questa interrogazione vogliamo capire se sono state effettuate queste letture, se ci sono i letturisti e, comunque, vogliamo poter visionare la documentazione su questi interventi e sugli eventuali rimborsi che sono stati erogati”.

Conclude il consigliere pentastellato: “Ancor prima da cittadini vogliamo avere delle risposte perché ci potrebbero essere conseguenze potenzialmente disastrose per l’azienda e per le dissestate casse del Comune di Catania”.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook e Twitter o iscriviti al nostro canale Telegram!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui