HarmonyOS: il nuovo sistema operativo Huawei

0
106

L’azienda cinese Huawei ha svelato il suo nuovo sistema operativo HarmonyOS, con il quale ha risposto al caos di qualche mese fa con il governo statunitense e il successivo ban da parte di Google per l’utilizzo del suo Android.

Durante il Huawei Developer Conference, l’azienda ha finalmente annunciato e presentato il proprio sistema operativo fornendo moltissimi dettagli su cos’è e come sarà.

HarmonyOS nel dettaglio

HarmonyOS è un sistema operativo leggero, facile da utilizzare e open source. Quest’ultima caratteristica letteralmente significa ‘aperto’ cioè un sistema operativo dove tutti hanno la possibilità di poter apportare modifiche con il consenso del proprietario. Inoltre è basato su microkernel ideati con lo scopo, a detta di Huawei, di connettere e congiungere diverse tipologie di dispositivi tra di loro.

Infatti questo sistema operativo è stato principalmente pensato per un futuro nel quale tutti i dispositivi, dalle macchine ai telefoni fino agli orologi, saranno connessi tra loro, un sistema pienamente cross-platform anche nello sviluppo dove entrano in gioco i microkernel, cioè sono stati separati i servizi base del sistema operativo in modo da tale facilitare gli sviluppatori nella creazione delle proprie app per diverse tipologie di dispositivi, anche molto diverse fra loro.

Un sistema veloce ed efficiente

L’obiettivo di Huawei con HarmonyOS è quello di offrire quindi un sistema veloce ed efficiente, capace di offrire ottime funzionalità, un ecosistema globale fra tutti i dispositivi, con le quattro caratteristiche sopra evidenziate.

Huawei ancora non è pronta a rilasciare una prima versione del sistema operativo, ma anzi siamo ancora molto lontani, solo verso la fine dell’anno potremo provare una primissima versione di HarmonyOS e solo il prossimo anno arriverà nei primi dispositivi di prova e poi, una volta sviluppato del tutto, sarà disponibile per tutti.

Sicuramente non è facile prevedere il suo successo, tutto dipenderà secondo me dalla facilità di utilizzo per quanto riguarda noi utenti e la facilità con cui gli sviluppatori supporteranno questo nuovo sistema operativo.

Alberto Contaldo

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui