Lampedusa, evacuazione d’urgenza dalla Open Arms: sbarcati altri 13 migranti

0
78
evacuazione d'urgenza dalla open arms
Fonte Foto: ilfattoquotidiano.it

Non è stato ancora autorizzato lo sbarco definitivo dei 150 migranti che, da 14 giorni, si trovano in mare a bordo della nave dell’Ong spagnola attendendo il loro destino. È stata disposta, però, per tredici di loro, un’evacuazione d’urgenza dalla Open Arms per motivi di salute.

Evacuazione d’urgenza dalla Open Arms

Open Arms si trova ancora nei pressi di Lampedusa e per i migranti a bordo ancora nessuna novità rilevante. In totale, Tredici di loro, per motivi di salute e psicologici, hanno lasciato l’imbarcazione salendo su un’altra della Guardia di Finanza che li ha fatti sbarcare nel vicino porto.

In particolare, sono cinque i migranti in condizioni di salute precarie e con loro sono scesi anche quattro familiari. Nella notte, a questi, si sono aggiunti altre tre persone con un accompagnatore perché “per complicazioni mediche richiedono cure specializzate“.

Continua dopo la foto

open arms migranti
Fonte Foto: corrieredelticino.it

“Quanta crudeltà”

La situazione a bordo della Open Arms è quasi all’estremo: le condizioni igienico sanitarie sono pessime, come ha anche dichiarato l’ispezione dei medici del Cisom. Naturalmente, non è facile gestire nemmeno i migranti che vedono scendere i propri ‘compagni di viaggio’ mentre loro restano ancora lì. Le reazioni, infatti, sono sempre più difficili da gestire, tra pianti e rabbia diffusa.

Si attende e si spera lo sbarco di tutti gli altri migranti ma, ricordiamo, che per farlo occorre l’autorizzazione del Viminale. Open Arms tuona contro il governo su Twitter: “Cinque evacuazioni urgenti in 14 giorni. Cosa aspettano ad autorizzare lo sbarco di tutte le persone a bordo, che l’emergenza medica diventi insostenibile? Quanta crudeltà #unportosicurosubito“. Si tratta, dunque, di una vera e propria emergenza sanitaria, psicologia e umana.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui