Tentato omicidio a Avola: lite tra vicini stava per finire in tragedia

0
159

Una lite tra vicini stava per finire in tragedia nella città di Avola dove un uomo è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio.

Tentato omicidio a Avola

Stava per concludersi nel peggiore dei modi una lite tra vicini nella città di Avola. Un uomo di 57 anno, Rosario Cappitta, è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio  dopo aver cercato di uccidere il vicino di casa di 54 anni.

Secondo quanto reso noto da La Sicilia, il tutto si sarebbe svolto nelle vicinanze del garage del cinquantaquattrenne dove Rosario Cappitta si è recato già armato di coltello con lama da 7 cm. Nel momento in cui i due uomini si sono trovati l’uno di fronte all’altro ecco che si scatena l’ira omicida di Cappitta.

Lite scaturita da banali motivi

Al momento non è ben chiaro quale sia stato il motivo scatenante della lite furiosa tra i due uomini, che comunque sia sarebbe da ricondurre a banali motivi da vicinato. Nel momento clou dell’aggressione, Rosario Cappitta ha colpito il vicino prima alla mano, per poi continuare all’addome, testa e arti inferiori quando la vittima era già riversa a terra.

A salvare l’uomo è stato l’intervento dei carabinieri del Nucleo Operativo e Radio Mobile della Compagnia di Noto, i quali hanno subito arrestato Rosario Cappitta per tentato omicidio e, durante un’ispezione del suo appartamento, hanno trovato due fucili che deteneva illegalmente i quali sono stati subito sequestrati.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui