Comitato Romolo Murri: attivare piano recupero boschetto Plaia a Catania

0
664

Ogni anno è sempre la stessa storia e il terribile rogo del mese scorso è solo l’ultimo episodio di una lunga serie di problemi“. Quali sono, quindi, le reali intenzioni di questa amministrazione comunale nei confronti del boschetto della Plaia a Catania?

Piano recupero boschetto Plaia

C’è un piano di sviluppo e rivalutazione reale del sito oppure si continuerà a intervenire in modo sporadico e assolutamente insufficiente ancora per molto tempo? Queste le domande che il comitato Romolo Murri, attraverso il suo presidente Vincenzo Parisi, pone al Sindaco di Catania Pogliese e all’assessore competente. Passa il tempo e puntualmente si discute su come trovare i fondi necessari a restituire ai cittadini un polmone verde che oggi è profondamente danneggiato dagli incendi dello scorso luglio e dai vandali.

continua dopo la gallery

“Attivare un tavolo congiunto”

Il comitato Romolo Murri attraverso una nota alla stampa chiede all’amministrazione comunale di “attivare un tavolo congiunto a cui far partecipare imprenditori decisi ad investire sulla rivalutazione del boschetto. Denaro privato per avere servizi adeguati pur accedendo all’area verde in modo assolutamente gratuito. Se poi, in futuro, arriveranno i fondi europei tanto meglio. Oggi però lo stato di emergenza del sito impone soluzioni rapide,durature e che non gravino ulteriormente sulla collettività. Occorrono modelli consolidati di operatività tra pubblico e privato. Concetti portati avanti in passato dallo stesso presidente Vincenzo Parisi, quando ricopriva la carica di presidente della commissione comunale al Bilancio“.

In questo momento all’interno del boschetto servono opere che necessitano di risorse, di mezzi e di personale e che,attualmente, Palazzo degli Elefanti non può dare. Da qui il progetto pubblico-privato che va esteso all’intero boschetto della Plaia.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui