Catania, picchia e minaccia la moglie davanti ai figli: arrestato uomo di 42 anni

0
108
violenza donna marito
Fonte Foto: donnamoderna.com Immagine di repertorio

La cronaca locale ci riporta la notizia di un uomo che picchia e minaccia la moglie davanti ai figli. L’ennesimo episodio di violenza su una donna, un fenomeno che non si riesce affatto ad arginare. L’uomo in questione è stato arrestato tempestivamente.

Picchia e minaccia la moglie davanti ai figli

Una donna di 37 anni è la ‘vittima silenziosa’ di questa violenza consumata dal marito nei suoi confronti. L’uomo in questione faceva uso abituale di cocaina e, quotidianamente, picchiava la donna e la minacciava di morte con un coltello. In più, scagliava contro di lei oggetti e le sferrava pugni, calci, schiaffi e quant’altro. Molte volte, la violenza si consumava anche sotto gli occhi innocenti dei figli. L’apice si è raggiunto quando, dopo un’aggressione, la trentasettenne era andata in ospedale perché il marito le aveva rotto la membrana del timpano sinistro.

La donna era anche costretta a sopportare aggressioni verbali di ogni tipo. Per fare un esempio, frasi come: “Se parli ancora ti ammazzo“, oppure: “Scappa, hai finito, addio“. Dalle indagini è emerso anche che questa situazione invivibile si protraeva da aprile 2018.

Continua dopo la foto

Fonte Foto: la-notizia.net

Arrestato uomo di 42 anni

La donna non ha mai trovato la forza e il coraggio di denunciare il marito, soprattutto per paura di ritorsioni, ma aveva provato con le buone a farlo ragionare. Un giorno, però, stanca e impaurita, ha vuotato il sacco ed è stato il momento in cui si è liberata del grande macigno che, ogni giorno, portava con sé.

Il quarantaduenne è stato arrestato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. La Procura ha richiesto e ottenuto la misura cautelare in carcere e i Carabinieri di Librino hanno eseguito il provvedimento. Allo stato attuale, l’uomo si trova al carcere di Catania sito in Piazza Lanza.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui