Catania, latitante nascosto ad hoc: un buco collegava il garage ad una casa abbandonata

0
184
arresto carabinieri

Erano giorni che le Forze dell’Ordine lo cercavano e finalmente Giuseppe Cuscani, latitante, è stato trovato ed arrestato. Proprio lui era nascosto ad hoc: un buco collegava il suo garage ad una vecchia casa abbandonata dove trovava rifugio.

Latitante nascosto ad hoc

Giuseppe Cuscani, latitante catanese di 41 anni, aveva pianificato un nascondiglio ad hoc per tentare di non farsi trovare dalle Forze dell’Ordine. L’uomo era scappato lo scorso 30 luglio dalla comunità ‘La Svolta per la Rinascita‘ sita a Campobello di Mazara, in provincia di Trapani. Si trovava lì perché il giudice aveva disposto per lui gli arresti domiciliari con l’accusa di reati contro il patrimonio, sfera familiare e inerenti gli stupefacenti.

Dopo un’attenta indagine, ecco che arriva la svolta. I militari hanno visto del fumo uscire da un balcone della casa in cui viveva Giuseppe Cuscani ma, una volta entrati dentro, non hanno trovato nessuno. Proseguendo le indagini, però, si sono recati in una casa abbandonata accanto. Proprio qui, dietro ad un mobile, si trovava l’uomo che per giorni era ricercato.

Continua dopo la foto

latitante trovato
Fonte Foto: cataniatoday.it

Arrestato latitante

I Carabinieri di Piazza Dante di Catania, che si sono occupati del caso, hanno arrestato tempestivamente il latitante e, allo stato attuale, è stato tradotto presso il carcere di Catania sito in Piazza Lanza.

Nel corso delle indagini, i militari hanno potuto constatare che l’uomo aveva predisposto un nascondiglio sui generis: aveva, infatti, collegato il garage con la casa abbandonata tramite un buco nel muro e davanti ad esso, per non essere visibile, c’erano i bidoni della spazzatura da tutti e due i lati.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui