Sito PLMI oscurato, per Tiscali si tratta di disguido tecnico

0
409

Il 3 agosto il sito nazionale del PMLI (www.pmli.it) è stato oscurato. Tiscali, il server a cui il PMLI è appoggiato, dopo non aver dato alcuna spiegazione per l’oscuramento e non aver risposto alle mail inviatele dal Partito, e dopo che il PMLI ha annunciato una denuncia alla magistratura accusando Tiscali di sabotaggio politico e di lesione al diritto di informazione, il 29 agosto lo ha riattivato.

Ma perché il sito è stato oscurato?

Perché Tiscali non ha dato alcuna spiegazione?
In seguito alla riattivazione del sito , attraverso una mail indirizzata a commissioni@pmli.it, la Responsabile delle Relazioni Esterne di Tiscali, Ilenia Loi, ha scritto quanto segue: “L’inconveniente nel quale siete incorsi non ha nulla a che vedere con presunte volontà di oscuramento del vostro sito, ma si  trattato banalmente di un disguido tecnico seguito al rinnovo del servizi, rinnovo correttamente registrato ma rimasto per errore in sospeso”.

Nemmeno fossimo su “Scherzi a parte”

Un banale disguido tecnico? Non siamo su ‘Scherzi a parte’! No. Un banale disguido tecnico durato quasi un mese! Inoltre, la famosa email inviata da Tiscali al PMLI è stato possibile
scaricare il pomeriggio del 2 settembre, ” quando siamo riusciti a far funzionare la casella di posta, è risultata inaccessibile dopo la riattivazione del sito del PMLI il 30 agosto. “Resta  comunque il fatto – commenta l ‘Ufficcio Stampa del PMLI –che prima della lettera della Responsabile delle Relazioni Esterne di Tiscali il PMLI non ha mai ricevuto alcuna comunicazione né del motivo del mancato funzionamento del suo sito né alcuna risposta ai solleciti scritti e telefonici che richiedevano la riattivazione del sito“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui