Palermo. L’Usb sostiene il progetto sociale e occupazionale della Coop Immagine

0
273
Coop Palermo

Dai licenziamenti nasce un progetto sociale, sostenuto da Usb per la realizzazione di Coop Immagine in grado di rispondere alle esigenze dei lavoratori.

Le tante promesse senza seguito

Se fosse emanazione del mondo delle cooperative-aziende, sicuramente avrebbe già riscontrato l’attenzione di mass media e della politica. Ma, la cooperativa di cui scrivo su questa pagina è emanazione diretta di lavoratrici e di lavoratori vittime della macelleria sociale alimentata dai grossi magazzini del terziario. Siamo a Palermo, e la cooperativa è la Coop.Immagine costituita – come si legge in un loro comunicato a firma di USB Privato Palermo – da un gruppo di lavoratrici e di lavoratori licenziati da tre grandi magazzini che facevano parte del terziario storico di Palermo, (Grande Migliore, Max Living e Brico) , in estate, con il sostegno dell’USB Privato Terziario, hanno deciso di mobilitarsi, avviando tavoli di interlocuzione con il  Comune di Palermo e la Regione Siciliana, e dando vita ad  iniziative di lotta, incontrando più volte il sindaco  Orlando e gli assessori regionali al Lavoro”.

“Fra le richieste delle lavoratrici e dei lavoratori – continua il comunicato – anche quella di creare un bacino dove i centri commerciali che sarebbero stati aperti su Palermo, avrebbero dovuto attingere personale. Tante sono state le promesse, ma nulla ha avuto seguito”.

“Sostenuti dall’USB – dice Sandro Cardinale, responsabile della Federazione del Sociale USB Palermo – come risposta  le lavoratrici e i lavoratori hanno occupato delle terre di proprietà della Regione, ma in un clima di forte repressione sono stati costretti ad abbandonare”.

Solo la lotta paga

“Solo la lotta paga – continua il comunicato già citato – e dall’ “occupazione” è  sorta l’idea di  “darsi” un lavoro, di costitursi in cooperativa, la “Coop. Immagine”,  portando avanti un progetto dalle molteplici finalità sociali eoccupazionali.
La Coop. Immagine ha chiesto e ottenuto in concessione dei terreni all’interno della prestigiosa Villa Castelnuovo di Palermo, dove il principe Cottone istituì nell’800 il primo Istituto Agrario sociale per i figli dei contadini della Piana dei Colli. Lo scopo della Coop. Immagine è
– Ridare dignità a donne e uomini  costretti a vivere per troppi anni nell’oblìo.
– Far rivivere un luogo di una importanza storica enorme e riportarlo alla pubblica fruizione.
– Fornire un servizio importante ai cittadini, agricoltura biologica a km0, Pet Therapy, apicoltura, produzione latte di asina, fattoria didattica”.
Concludendo, il chiaro e forte monito dell’USB: ”
In un sistema capitalistico dove  la politica  risponde agli interessi del capitale e non alle esigenze del popolo lavoratore, l’ USB non farà un solo passo indietro  e non smettera’ di adoperandosi  per la realizzazione  e la difesa del progetto delle lavoratrici e dei lavoratori della Coop. Immagine”.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui