Valentina Pivati lavora per un supermercato, ma continua a rimanere influencer scroccona

1
250
valentina pivati influencer scroccona
Fonte Foto: ilfattoquotidiano.it

Valentina Pivati ha raccontato a Live Non è la D’Urso la sua versione dei fatti dopo tutto il caos della scorsa estate che l’ha vista protagonista contro un ristoratore di Mazara del Vallo che l’ha accusata di essere un’influencer scroccona, dato che ha chiesto una cena gratis in cambio di pubblicità. Ecco quale è, invece, la sua verità.

Valentina Pivati influencer scroccona

Il ristorante in questione si trova a Mazara del Vallo e proprio lui aveva pubblicamente reso nota la vicenda e della ‘richiesta’ di Valentina Pivata, ex corteggiatrice di Uomini e Donne, nonché scelta di Mariano Catanzaro, di ricevere una cena gratis in cambio di pubblicità sui social.

Ecco quali sono i motivi del no, secondo quanto comunicato a Live Non è la D’Urso: “Quando ci ha contattati, ci è sembrato quasi uno scherzo e abbiamo deciso scherzosamente di pubblicare la richiesta sul nostro profilo. Non è una food blogger, non so nemmeno chi siano i suoi follower, probabilmente sono fittizi. Che senso ha offrirle una cena? Non so chi sia Valentina Pivati. È un po’ come mendicare“.

Il rifiuto, però, non ha ostacolato affatto Valentina Pivati, dato che altri ristoranti hanno accolto la richiesta. Infatti, a tal proposito, proprio lei ha dichiarato: “Se il ristoratore non avesse accettato la mia proposta, sarei comunque andata a mangiare in quel posto. Dopo quello che è accaduto, la maggior parte dei ristoranti cui mi sono rivolta ha accettato la mia proposta“.

La verità di Valentina Pivati

Pare, però, che le cose stiano diversamente da quanto affermato dal ristorante in questione. Valentina Pivari, infatti, ha detto chiaramente quale è verità dei fatti. Ha detto a riguardo: “Non mi ritengo un’influencer. Faccio la commessa in un supermercato e 40 euro per andare a mangiare una pizza non mi mancano. Non sono morta di fame, non chiedo di mangiare durante l’anno perché non arrivo alla fine del mese”“.

E poi specifica meglio: “Mi ero fatta un itinerario e ho scelto una serie di ristoranti e posti da visitare. Ho chiesto collaborazioni in cambio di pubblicità. Se avessero detto no, ci sarei comunque andata, perché lo avevo scelto come posto in cui andare“.

Continua dopo la foto

valentina pivati

“La pubblicità si paga”

Infine Valentina Pivati ha aggiunto: “Se un imprenditore, il titolare di un ristorante o di un’azienda di abbigliamento chiede di fare pubblicità, quella pubblicità la paga. Perché ho chiesto la cena? Perché sono una buona forchetta“.

Riccardo Signoretti, direttore del settimanale Nuovo, però, si è scagliato duramente contro di lei e ha dichiarato: “Ma tu che pubblicità fai? Non vali neanche una pizza, pagatela. Hai fatto una brutta figura, punto“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui