Trecastagni al buio. L’USB chiede l’immediato intervento dei commissari prefettizi

0
297

Trecastagni. “Tutta la zona sotto piazza del Bianco molto spesso rimane nel buio assoluto per mancanza della luce pubblica.Trattasi di una zona del vecchio centro storico con strade anguste abitata prevalentemente da gente anziana anche sola.Stupisce che il Comune non provvede ad eliminare questo inconveniente che si verifica spesso. Forse aspetta chi e responsabile che accada qualcosa di grave.Si attendono notizie al riguardo” . Così, dal suo account Facebook, il dott. Salvatore Pasqualino, ex sindaco di Trecastagni, ha denunciato la grave situazione che subiscono gli abitanti di Trecastagni e chi, dopo il tramonto, si trova a transitare con un veicolo dal centro pedemontano.

«Accade – dichiara Raffaele Trovato, giovane ex assessore comunaleche puntualmente interi quartieri rimangano al buio.Ieri è toccato al CORSO SICILIA, ma per un’intera estate, il grido dell’ex Sindaco Salvatore Pasqualino sulla situazione dela zona ove è situato il Collegio delle suore, è rimasto inascoltato. A questo punto, propongo un NUMERO VERDE PER LE SEGNALAZIONI ATTIVO H24 e l’obbligo per l’azenda che gestisce l’impianto di intervenire entro 3 ore dalla segnalazione».

Sulla grave situazione interviene Pinella Bonaccorso, referente locale della Federazione del Sociale USB Catania: «Non si fa altro che parlare e straparlare di sicurezza, spesso alimentando odio nei confronti dei migranti, e poi scopriamo, che in un comune come Trecastagni, ci sono cittadini costretti a vivere al buio perché non ci sono nemmeno i pali della luce? Sicurezza? Quale sicurezza? Quale viabilità? Questo problema non è nato oggi o all’improvviso, è da anni che si trascina sulla vita di tutta la comunità Trecastagnese. Adesso il problema si amplifica, considerando che il comune di Trecastagni é stato commissariato dalla Prefettura di Catania. La Federazione del Sociale USB sollecita i commissari prefettizi ad intervenire immediatamente nei confronti della ditta privata che a Trecastagni gestisce l’illuminazione pubblica, con la speranza che al più presto oltre all’illuminazione in tutti le vie e le piazze comunali, la stessa illuminazione pubblica possa ritornare ad essere gestita da un servizio pubblico, perché, i fatti dimostrano, che quando tutto sarà privato, saremo privati di tutto».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui