Asec: rispettate le procedure previste dalla legge? L’interrogazione del M5s

0
138

Sono state rispettate le procedure previste dalla legge nel conferimento degli incarichi al dirigente amministrativo, al responsabile al vettoriamento e al consulente operativo dell’Asec?

A chiedere chiarezza al sindaco e agli assessori competenti sull’iter seguito per le nuove nomine è il gruppo consiliare del M5s, con un’interrogazione, presentata ieri in aula dal primo firmatario Graziano Bonaccorsi. Dall’esame dei contratti e delle autorizzazioni, rilasciati dopo una richiesta di accesso agli atti di Bonaccorsi, risulterebbe qualche anomalia: alcuni documenti non hanno protocollo o data, altri potrebbero evidenziare presunte condizioni di inconferibilità e illegittimità di alcuni incarichi. Il dirigente amministrativo, nominato con una selezione interna mediante atto di interpello, ha i titoli per poter ricoprire il suo ruolo? Il suo Diploma universitario (abolito nel ’99), indicato nel curriculum, soddisfa i requisiti di legge? Forse il cv non è stato aggiornato nell’area
“Amministrazione Trasparente”?

Il responsabile dell’ufficio vettoriamento è stato confermato a pochi giorni dalla scadenza del suo vecchio contratto, visto il nulla osta della Direzione territoriale del lavoro (non allegato nei documenti forniti dopo la richiesta di accesso atti). Il contratto è privo di data e presenta anche la firma di un sindacalista. Curioso che il giorno prima dell’assunzione sia stata autorizzata una procedura di selezione tramite atto di interpello interno e che non si sia attesa la sua conclusione.

Il consulente operativo, infine, svolge contemporaneamente la stessa funzione in Asec spa e in Asec Trade, in contrasto con la delibera dell’Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) sugli obblighi di separazione amministrativa e funzionale.

“In aula l’assessore Bonaccorsi non ha risposto alle nostre domande. Prendo atto che l’amministrazione, soprattutto quando si toccano certi temi, evita il confronto e dà risposte certe alle nostre interpellanze o interrogazioni anche dopo alcuni mesi” commenta il consigliere Bonaccorsi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui