La Hub Ambiente Teams Volley ferma la corsa della capolista Volley Reghion

0
63

Regolata per 3-2 la capolista Volley Reghion che perde a Catania l’imbattibilità in campionato. La vittoria conferma la solidità del gruppo.

HUB AMBIENTE TEAMS VOLLEY CATANIA: Carmeci, Richiusa 5, Milici 13, Chiavaro 21, Nociforo 1, Laferrera (L1), Foti (L2), Oliva 6, Miuccio 18, Zuppardo 5. N.e: Santangelo, Asero, Ciancio, Marino. All. Baldi

VOLLEY REGHION: Papa 14, Nielsen 17, Ragonese 9, Saporito 12, Foscari (L), Marcello 6, Surace 4, De Domenico 2. N.e: Borghetto, Romeo, Mucciola. All. Monopoli
Arbitri: Melanie Paccagnella e Chiara Maran.
Set:25-21; 23-25; 25-21; 19-25; 15-12.

Comincia nel migliore dei modi il 2020 per la Hub Ambiente Teams Volley. La formazione di Ina Baldi regola per 3-2 la capolista Volley Reghion che perde a Catania l’imbattibilità in campionato. Una vittoria, quella ottenuta da Chiavaro e compagne, che conferma la solidità del gruppo che ha lavorato tanto nelle vacanze natalizie e che ieri presentava la novità Silvia Zuppardo, reduce da una prima parte di stagione alla Paomar Siracusa e che ritorna alla corte della Baldi (cresciuta pallavolisticamente nella Teams) dopo tre stagioni.

IN CAMPO

Il tecnico etneo manda in campo Carmeci in cabina di regia, Milici opposta, Zuppardo, all’esordio subito da titolare, e Chiavaro in posto quattro, mentre al centro agiscono Richiusa e Miuccio. Libero Laferrera. La formazione calabrese di Monopoli si affida a Surace al palleggio, Marcello in posto 2, Nielsen e Verdiana Saporito in posto 4 ed al duo Papa-Ragonese al centro, nel ruolo di libero una vecchia conoscenza del volley catanese, Federica Foscari.

LA CRONACA

Parte bene nel primo set la Teams Volley con Milici che mette a terra il primo pallone del match. La Reghion risponde con gli attacchi di Ragonese e i muri di Papa. La formazione ospite mantiene il vantaggio sino al 13 pari siglato da Richiusa a muro e al conseguente time out chiamato dal tecnico Monopoli. Le catanesi sfoderano una grande prova sia a livello tecnico che a livello volitivo recuperando tanto in difesa, mentre le calabresi non trovano la giusta fluidità nell’impostazione di gioco. Il 25esimo punto è siglato da Chiavaro (25-21) che firmerà 21 punti.

Prima parte della seconda frazione di gioco di marca etnea, con gli attacchi della solita Chiavaro e i primi tempi di una straripante Miuccio (3-1; 5-3; 10-7). La Reghion ritrova nella parte centrale del set quel gioco fluido che era venuto a mancare in precedenza e riesce a spingere con le fast di Papa e gli attacchi della messinese Saporito che chiude il set (23-25). Terzo parziale in totale controllo della squadra della Baldi. In evidenza il neo acquisto Zuppardo e la solita Chiavaro (3-1; 8-4; 16-10; 19-12; 22-18). Tardiva la staffetta tra Surace e De Domenico per la Reghion che cerca di raddrizzare il set attraverso un gioco più lineare (25-21). La Teams Volley avrebbe la possibilità di chiudere i giochi nella quarta frazione ma commette qualche errore di troppo in fase di finalizzazione. Le etnee provano a rientrare in partita nel finale ma è ormai troppo tardi (19-25).

Il tie break

Il tie break si sviluppa sulla falsa riga del terzo: il pallino del gioco è nelle mani della formazione catanese mentre la Reghion corre ai ripari inserendo in corsa De Domenico per Surace. Chiavaro sottorete e Milici al servizio mettono a ferro e fuoco la retroguardia calabra permettendo alla Teams Volley di accumulare un vantaggio importante (7-3; 8-4; 11-7). Chiude i giochi Miuccio con un primo tempo sui 4 metri (15-12).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui