Cessione Calcio Catania: manuale pratico per tifosi

0
252

Di seguito descriveremo sommariamente le fasi che conducono alla cessione di una società, con particolare riferimento al Calcio Catania.

Cominciamo con specificare che il Calcio Catania è controllato per il 94,6% da Finaria Spa e per il 4,4% da Meridi Srl. (da giorno 9 gennaio in amministrazione straordinaria per decisione del Tribunale di Catania, ndr.). L’azionista di riferimento è Antonino Pulvirenti, che pertanto, se non in modo giuridicamente diretto, ha in mano le sorti del club. Essendo il Calcio Catania una società privata questa può essere venduta o meno in modo del tutto discrezionale.

Una cordata in questi giorni si è proposta per l’acquisizione societaria del Club ed ha già mosso dei passi essenziali: la lettera d’intenti, firma del patto di riservatezza, l’evidenza dei fondi e le relative garanzie richieste dalla FIGC. In attesa della risposta da parte del Calcio Catania se continuare ad intraprendere l’iter per la cessione societaria andiamo a illustrare in modo semplice i passaggi fondamentali di un cambio di proprietà di una società.

Dopo la firma del patto di riservatezza tra le parti e l’evidenza fondi (tutta da appurare in sede di indagine bancaria e legale), si passa delicatissima fase detta due diligence. Questa può precedere o meno ad un contratto preliminare. Dopo la due diligence si passa alla contrattazione vera e propria. L’ultima fase è il closing: il perfezionamento dell’operazione. In rari casi, ma nel mondo del calcio è stata utilizzata, vi è una fase finale detta post due diligence: una verifica societaria post acquisizione.

Cosa è la due dilingence

L’espressione due diligence è di matrice francese: venne coniata due secoli or sono all’interno della Banca Rothschild di Parigi per caratterizzare la “dovuta diligenza” (due diligence). Questa doveva contrassegnare ogni valutazione prima dell’apertura di linee di fido ad imprese. Oggi con due diligence si identifica il processo investigativo che viene attuato per analizzare il valore e le condizioni di un’azienda, o di un ramo di essa, per la quale vi siano all’orizzonte acquisizioni, fusioni o investimenti.

Cosa viene preso in esame durante la due diligence

Nel caso specifico del Calcio Catania i possibili acquirenti si concentreranno in 3 due diligence: di business e finanziaria, contabile e fiscale e legale. Nella due dilingence di business e fiscale saranno studiate principalmente le relative prospettive di sviluppo della società e l’analisi storica e prospettica dei dati economici e finanziari. Nella Due Diligence contabile e fiscale saranno verificate le scritture contabili e del patrimonio netto contabile. Gli specialisti sono chiamati ad individuare le passività di varia natura, potenziali o già esistenti. Ciò è indispensabile in ottica della stipulazione del contratto di acquisizione. Questa fase d’investigazione è inoltre importante per l’ottimizzazione della struttura societaria. Nella due diligence legale, sono analizzati tutti gli aspetti le problematiche connesse al diritto societario e del lavoro e ai rapporti contrattuali in essere riferibili alla società che si intende acquisire: contratti di lavoro, clausole di negoziazione debiti, contratti con banche, con fornitori etc.

La contrattazione e il closing

Se tutto va bene si passa alla fase di contrattazione. Questa è basata anche della relazione scaturita dalla fase di due diligence, che nei fatti dà delle indicazioni sul rischio e sul valore effettivo dell’azienda. Se vi è accordo le parti sottoscriveranno un contratto di vendita con le modalità di pagamento e passaggio quote societarie, il closing.

La post due diligence

Questa fase viene effettuata in alcuni casi e dopo che è stata portata a termine l’operazione d’acquisto. Tende a verificare i dati fiscali per variazioni sul prezzo negoziato oppure per la valutazione dello stato dell’azienda post acquisizione.

Vista la complessità dell’operazione e delle attività connesse certo è che il Calcio Catania non passerà di mano a breve termine. Sempre che vi sia la volontà da parte di Pulvirenti di cedere il pacchetto azionario. La regola è sempre una: fare soldi!

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui